Zanzare anche ad ottobre : come proteggersi

Le punture di zanzara non vanno sottovalutate e provocano numerosi disagi. I morsi delle zanzare possono trasmettere virus, malattie e parassiti all’uomo. In campagna, in città, al mare, nelle aree boschive, le zanzare colpiscono in diverse ore della giornata, non solo durante l’estate ma anche nel mese di ottobre.

Bambini, anziani e persone allergiche sono le categorie maggiormente a rischio punture. Questi soggetti si ritrovano costretti a difendersi costantemente e ad adottare ogni utile prevenzione.

Sono diverse le misure da seguire per proteggersi dai morsi delle zanzare ma non tutte offrono i risultati sperati. Molto spesso i rimedi comuni contro le zanzare si rivelano provvisori e per nulla efficaci nel lungo termine.

Le zanzare mordono di giorno e di notte e per eliminarle serve un valido sistema naturale, che offra una protezione continua e ad ampio raggio, efficace anche in aree estese e in qualsiasi mese dell’anno. La soluzione esiste e porta il nome di Izanz.

Zanzare pure nel mese di ottobre: è possibile?

Durante i mesi più caldi la presenza delle zanzare viene considerata del tutto normale. Una volta finita l’estate si crede, erroneamente, che insetti come le zanzare non rappresentino più un problema.

In realtà, specie negli ultimi anni, non è infrequente assistere ad una vera e propria invasione di zanzare anche nei mesi più freschi come ottobre. Le cause di questo fenomeno sono principalmente da ricondurre ai fattori climatici.

Dopo un’estate fresca e piovosa il mese di ottobre diventa caldo e umido, registrando temperature che oltrepassano la media stagionale. Una condizione molto favorevole per la proliferazione delle zanzare che continuano a colpire anche durante le ore diurne.

L’aedes albopictus, meglio conosciuta come “zanzara tigre” per via delle caratteristiche striature bianche sul corpo e sulle zampe, è la specie più temuta non solo ad agosto ma anche ad ottobre.

Proveniente dall’Asia e giunta in Europa durante i primi anni ’90, questo tipo di zanzara si riproduce abbastanza facilmente, anche con poca acqua e semplicemente attingendo le sostanze nutritive da una piccola pozzanghera o dai ristagni dei vasi in giardino.

La zanzara tigre continua ad essere un insetto potenzialmente pericoloso per l’uomo, perché in grado di trasmettere molte malattie virali. Allo stato attuale persiste un’attenta sorveglianza sanitaria ma la lotta contro questo insetto richiede anche una collaborazione in ambienti privati.

Cosa fare per proteggersi dalle punture di zanzara?

La dura battaglia contro le zanzare viene solitamente portata avanti attraverso rimedi che non risolvono il problema a monte. In genere si tende ad adottare palliativi dall’effetto non risolutivo per evitare di essere colpiti.

Indossare abiti lunghi e chiari quando si esce all’aperto è una delle misure più applicate da chi ama trascorrere tempo in giardino o sul balcone di casa. Altri si ostinano ad utilizzare repellenti spray, in alcuni casi anche con formulazioni potenzialmente dannose per l’organismo e che richiedono applicazioni continue.

L’installazione di costose zanzariere su porte e finestre, coperture su passeggini, l’uso d’insetticidi chimici, zampironi o di candele alla citronella che rilasciano fumi sono altri espedienti che, nel migliore dei casi, possono solo attenuare il problema delle zanzare in modo provvisorio.

Il ricorso a questi sistemi, oltre a non debellare in maniera definitiva la presenza delle zanzare, condiziona la quotidianità e diventa anche un investimento economico piuttosto dispendioso.

Lotta alle zanzare con i sistemi a nebulizzatore

Oggi è davvero possibile eliminare del tutto il problema delle zanzare in casa attraverso un sistema innovativo e brevettato che offre risultati progressivi, immediati e duraturi nel tempo.

L’azienda Izanz, dopo anni di studio e ricerca, ha sviluppato un metodo di disinfestazione contro la zanzara comune, quella della febbre gialla, la tigre e tutte le altre specie più aggressive come la coreana.

Il sistema proposto si rivela efficace nelle regioni del nord e del centro Italia, in cui si registrano tassi d’umidità particolarmente alti che favoriscono la diffusione di massa delle zanzare migratrici.

Questo rimedio a nebulizzatore è completamente naturale, sfrutta l’azione del pireto, propagato attraverso l’uso di una centralina di comando associata ai diffusori posti lungo il perimetro del giardino o dell’area esterna.

Basta solo una piccola quantità di pireto durante le ore diurne per ottenere una copertura completa ed allontanare le zanzare per tutta la giornata. Questo permette di godere il tempo all’aria aperta, stando finalmente nel proprio giardino senza temere di essere punti, quindi in tutta tranquillità e sicurezza.

L’antizanzare a nebulizzatore viene oggi installato in diversi contesti esterni, quali parchi, giardini privati, piscine, luoghi di ristorazione, terrazze e molto altro. Serve un impianto composto da 10 ugelli per proteggere un’area di 100 metri quadrati, con un consumo di pireto naturale di circa 1 litro. La nebulizzazione viene eseguita soltanto per 2 minuti al giorno.

L’efficacia del sistema a nebulizzatore per combattere le zanzare e i pappataci

Attualmente il sistema antizanzare a nebulizzatore proposto da Izanz offre risultati decisamente più efficaci rispetto a quelli che si possono ottenere con i comuni insetticidi chimici oppure con i vecchi e tradizionali rimedi.

La nebulizzazione, diversamente dalla disinfestazione invasiva e dai metodi oramai obsoleti, svolge un’azione intensa, graduale e che si mantiene costante, duratura nel tempo e in tutte le stagioni dell’anno.

La nebulizzazione può essere attivata senza interruzioni stagionali, considerato anche il basso costo di gestione dell’impianto, in modo da ottenere una copertura permanente nel proprio giardino.

L’offerta dei sistemi di nebulizzazione disponibili include modelli per rispondere a diverse esigenze. Si comincia dalla variante professionale, adatta per eliminare le zanzare in giardini o aree particolarmente ampie. Questo nebulizzatore, completamente naturale, prevede la disposizione degli ugelli lungo il perimetro della zona interessata e consente di porre fine alle fastidiose punture.

Non manca anche il nebulizzatore adatto per un utilizzo privato e indicato per neutralizzare le zanzare in giardini e spazi esterni fino a 150 metri quadrati. Il prodotto è equipaggiato con una pompa da 20 bar ed è completo di ugelli, tubazioni, staffa, insetticida e ogni altro componente per consentire un’istallazione facile e veloce.

Affidarsi ai nebulizzatori Izanz significa creare una barriera completamente naturale in grado di allontanare in modo definitivo le zanzare, anche durante il mese di ottobre. I nebulizzatori antizanzare lavorano appena 2 minuti al giorno per garantire una protezione costante.

Sono sempre più numerose le persone che si affidano al sistema antizanzare con nebulizzatore: un investimento intelligente per avere risultati continui nel tempo, in tutte le stagioni e con un costo di gestione davvero accessibile.

Post suggeriti
0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca