Posts Tagged: eliminazione zanzare

Zanzare in giardino e febbre dengue

Essere assaliti dalle zanzare in giardino non vuol dire essere contagiati dalla febbre Dengue. La probabilità è bassa. La febbre dengue, che è diffusa in tutte le zone tropicali e sub-tropicali, sta diffondendosi lentamente e in aree circoscritte anche nelle zone temperate in conseguenza dei flussi intercontinentali di persone che si spostano per motivi diversi e che veicolano, essendone portatori, uno dei quattro virus (recentemente pare che ne sia stato scoperto un quinto) che causano la febbre, detta anche spaccaossa a causa dei forti dolori ossei che provoca. L’infezione avviene mediante la puntura di una zanzara quando punge un essere umano, per esempio appunto esposto alle zanzare in giardino, successivamente ad avere  succhiato il sangue di un individuo portatore di uno dei quattro virus. Infatti la zanzara diviene a sua volta portatrice del virus e questa è l’unica modalità di contagio, poichè esso non avviene direttamente da uomo a uomo.

Le zanzare che possono veicolare i virus della febbre dengue sono in Italia due: la Aedes aegypti, che è poco diffusa, e la Aedes albopictus, che invece, importata negli anni novanta, è ormai diffusa in quasi tutte le aree dove trovano habitat favorevole questi insetti, anzi stanno superando come numero, e sicuramente come aggressività, le  nostrane classiche Culex pipiens, per le loro straordinarie capacità adattive. Questa sua diffusione, resistenza e flessibilità adattive e aggressività, le rende veicolo possibile di trasmissione della febbre dengue. Dovunque vi siano zanzare in giardino, o qualsiasi area verde, la presenza della zanzar tigre è maggioritaria.

La febbre dengue si manifesta dopo 5/6 giorni dalla inoculazione del virus. I sintomi sono febbre elevata, mal di testa, dolori oculari,l muscolari e articolari, nausea vomito, irritazioni cutanee. Nei bambini la malattia può essere oligosintomatica e passare per una banale influenza, fuori stagione però. Non esiste una terapia specifica, farmaci antifebbrili possono essere utili oltre a una abbondante assunzione di acqua per contrastare la disidratazione.dovuta all’eccesso di sudorazione.La guarigione avviene in un paio di settimane, lasciando un notevole stato di debolezza. In qualche caso si può verificare una febbre emorragica grave con possibilità di esito mortale. Chi ha già avuto la dengue è fornito di anticorpi solo per il virus chel’ha causata, non contro gli altri tre virus.

La miglior difesa è la prevenzione mettendo in atto i sistemi antizanzara più efficaci, per esempio difendendosi dalle zanzare in giardino con i sistemi a basso utilizzo di insetticida, preferibilmente naturale.

 

 


Continue Reading

Eliminazione delle zanzare in giardino

La eliminazione delle zanzare per potere stare all’aria aperta senza dovere fuggire e rinchiudersi incasa, è diventata una esigenza impellente in molte aree d’Italia. La popolazione delle zanzare è indubbiamente cresciuta. L’esperienza diffusa e gli indicatori (dispositivi di cattura che rivelano il numero di presenze di questi insetti in un tempo dato) mostrano una diffusione e una densità molto più alta rispetto allo scorso 2014.

La eliminazione delle zanzare deve quindi fare i conti con questa crescita e per farlo occorre conoscerne i motivi. Le cause delle  fluttuazioni della popolazione degli insetti spesso sfuggono, In questo caso però una spiegazione c’è. La prima causa è la presenza ormai stanziale della zanzara tigre, la Aedes albopictus, che, immigrata dall’Asia, sta occupando aree sempre più vaste delle pianure e anche delle zone collinari, a causa della incredibile capacità di adattarsi ad ambienti diversi, dimostrata per esempio dalla resisitenza delle sue uova e delle sue larve in ambientazioni ostili, come scarsa umidità, acque non pulite, La zanzara tigre può deporre uova capaci di sopravvivere in condizioni avverse dove non può deporle la zanzara, diciamo classicamente nostrana (ai tempi di Dante le zanzare erano molto probabilmente sopratutto culex pipiens, a giudicare da quanto eglli ne dice, e così era nel XVII° secolo). Con la crescita tendenziale della temperatura degli ultimi anni, e questa è la secinda causa, l’ambiente è divenuto più favorevole alla zanzara tigre di quanto non lo sia ad altre specie di zanzare. La eliminazione delle zanzare, in questo caso, deve fare i conti con la sua flessibilità adattativa che la rende meno vulnerabile ai consueti mezzi di disnfestazione,   Per esempio, i preparati antilarvali da porre nei sottovasi, o i pesci che si nutrono di larve di zanzara da mettere nelle vasche dei giardini (mai in acque comunicanti con acque libere!) sono inutilizzabili contro le larve nate da uova deposte in luoghi umidi in attesa della pioggia e dell’innalzamento del livello dell’acqua  nei bacini o del formarsi semplicemente di pozze d’acqua casuali. Sono mezzi utili, ma inadeguati ormai per la eliminazione delle zanzare in un ambiente circoscritto come il giardino di casa.

La eliminazione delle zanzare, in particolare delle zanzare tigre, ma anche di altre specie come la Aedes aegypti o l’Ochlerotatus caspius, richiede dunque nuovi mezzi per potervi fare fronte: una difesa contro le zanzare adulte che sia efficace e con molto basso impatto ambientale. Questo è possibile con una niuova tecnologia.


Continue Reading

Disinfestazione zanzare subito

Disinfestazione zanzare. Due parole che dicono l’urgenza di liberarsi dal tormento delle zanzare nel proprio giardino. Cliccate sopra  su  iZanz  oppure andate su    www.izanz.com     o anche      www.izanz.it      per sapere  subito  come fare.

Oppure continuate a leggere qui per essere informati sulle differenze tra le disinfestazioni comuni e la nuova disinfestazione zanzare che riesce a liberare i giardini e anche le case cui i giardini appartengono dall’assalto di questi insetti. Noi usiamo l’espressione sintetica “disinfestazione zanzare” per esprimere questa novità. E’ un’etichetta del nuovo. Le comuni disinfestazioni contro le zanzare le eliminano provvisoriamente per poco tempo, innettendo nell’ambiente forti quantità di insetticida, preferibilmente sintetico perchè dura di più, senza riuscire a mantenere l’ambiente libero da zanzare se non al costo di ripetuti interventi con forte impatto ambientale.

Disinfestazione zanzare è basata su un principio totalemente diverso: elimina o allontana le zanzare che pretendono di entrare nell’area protetta. Usando pochissimo insetticida naturale. Noi consigliamo il piretro naturale estratto da un fiore, un’Asteracea che assomiglia a una grande margherita, Pochissimo piretro che si distrugge alla luce del sole in mezza giornata senza residualità. Per due minuti al giorno, uno la mattina  euno la sera. Acqua e piretro all’1 % nebulizzate per un minuto difendono il giardino per circa 12 ore, Successivamente entra in funzione per un altro minuto la nuova “disinfestazione zanzare”.

Come accade ciò? Prima abbiamo detto che l’acqua e il piretro vengono nebulizzate. Infatti il sistema “disinfestazione zanzare” crea una barriera ai confini del giardino dove ugelli con un piccolo foro, 0,3 mm, alla pressione di 18 bar emettono una nebbia sottile, molto leggera che si diffonde nell’ambiente e soprattutto ai suoi margini. Solo una nebbia così leggera può diffondere la soluzione di acqua e piretro in modo omogeneo da creare una barriera antizanzare.  Per due minuti al giorno: pochissimo insetticida e, continuità: questo è il principio efficace su cui si basa “disinfestazione zanzare”..

 

 

 

 


Continue Reading

Eliminazione zanzare oggi

Eliminazione zanzare oggi corrisponde al progresso delle conoscenze scientifiche: in entomologia e in tecnologia.

Clicca sopra per vedere in pratica come, o vai ai nostri siti  www.izanz.com   o    www.izanz.it

La eliminazione zanzare oggi ha raggiunto livelli di sofisticazione impensabili anche pochi anni fa. Soprattutto l’ingegneria genetica ha conseguito risultati sorprendenti. Per esempio modificando geneticamente i maschi di zanzara rendendoli sterili così che sia inibita la riproduzione. Oppure alterando elementi della sequenza genetica in modo che le zanzare femmine siano incapaci di volare, con ciò destinandole a rapidamente morire non appena dalla pupa esce l’individuo adulto.  Oppure anche modificando i ricettori sensoriali così da inibire o rendere confusa la percezione degli elementi che fanno da guida alla zanzara femmina per individuare la vittima da cui trarre il pasto di sangue, emissioni di anidride carbonica, presenza di acido lattico, calore, ecc.

La eliminazione zanzare oggi è dunque estremamente raffinata, non invasiva dell’ambiente. Ma vi sono degli inconvenienti che rendono queste straordinarie applicazioni della scienza alla tecnologia. Gli esperimenti condotti sono stati sempre coronati da successo perchè attuati in ambienti sperimentali limitati. Per esempio in speciali gabbie contenenti le zanzare, dove si è constatato che dopo una serie di generazioni questi insetti si estinguevano. Il problema sta proprio nei limiti dovuti alla necessaria  delimitazione spaziale della sperimentalità.

La eliminazione zanzare oggi è una non facile impresa da condurre sul campo in condizioni diverse da quelle sperimentali. Intanto si pensi al numero, grandissimo delle zanzare in un ambiente ad esse favorevole: occorrerebbero grandi quantità di insetti geneticamente modificati per ottenere qualche risultato. Il numero delle zanzare può essere calcolato per campioni che sono sempre ingannevoli. Si tratta di milioni nelle aree favorevoli, alimentati dalle riproduzioni quindicinali nelle stagioni favorevoli, o durante tutto nelle zone tropicali e subtropicali. Per quanto numerosi siano i lanci di individui geneticamente modificati essi sarebbero sempre una infima percentuale.

La eliminazione zanzare oggi sarebbe effettivamente possibile se gli individui geneticamente modificati non fossero in concorrenza con individui normali Non vi è motivo di pensare che la replicazione degli individui modificati alla fine superi quella degli individui normali fino a decisamente sopraffarla.


Continue Reading

Zanzare e ambiente

Zanzare e ambiente.

Cosa attrae le zanzare verso una parsona o un’altra? Molti elementi. La temperatura corporea, ed è probabile che la asserita attraibilità delle persone sbronze abbia a che vedere con la temperatura più calda di coloro che hanno bevuto alcol. Poi l’anidrife carbobica emessa dalla pelle e dal respiro, poi la presenza di acido lattico nei muscoli dovuta ad esercizio fisico. Si sostiene anche il gruppo sanguigno, probabilmente il più attraente è il gruppo O.

La questione zanzare e ambiente deve quindi tenere con di tutto questo. Una curiosità: le zanzare che si riempiono di sangue umano anche se si tratta di un umano con un elevato tasso alcolico nel sangue non diverranno mai ubriache perché in una sacca che trattiene i fluidi le zanzare hanno degli enzimi che rompono le molecole dell’alcol. Chi avesse in mente di risolvere il problema zanzare e ambiente intossicandole con l’alcol non avrebbe successo. Anche se sembra che il sangue dei bevitori di alcolici piaccia alle zanzare. Ma vi è un modo efficace per scacciarle? C’è chi sostiene che cospargersi di succo di aglio sia una efficacissima disinfestazione zanzare. Non è provato, ma non è impossibile che le zanzare vengano disorientate dall’odore dell’aglio che copre gli odori-segnale. Quello che è sicuro è che un forte odore d’aglio sarebbe un repellente anche per le persone vicine.

Sembra che veramente sia difficile risolvere il problema zanzare e ambiente. Siamo dunque condannati a una battaglia senza fine? 100 milioni di anni fa le zanzare erano come sono ad esso: evolutivamente già perfette, dal loro punto di vista. Si sono estinti i dinosauri ma le zanzare ancora imperversano. Ma perchè è così difficile liberarsi dalla presenza di insetti che volano a 1,5/2 km all’ora, pesano si e no 2 milligrammi, vivono 2/3 settimane (ma anche 6 mesi se trovano un ambiente favorevole), non volano più alto di una dozzina di metri (ma non è sempre così: possono volare a svariate decine di metri come le zanzare migratrici e con metodo possono scalare decine di piani di un grattacielo), hanno fantastici predatori, uccelli, volitanti, rettili, anfibi, altre specie di larve, straordinariamente capaci di disinfestazione zanzare. Perchè? Si riproducono in modo mostruoso, questo è il loro segreto, in quasi qualsiasi ambiente. A 2500 metri sull’Imalaia, in miniere a 600 metri sottoterra. Questo è il segreto delle zanzare: zanzare e ambiente costituiscono una integrazione perfetta.


Continue Reading

La lotta alle zanzare nel comune di Cusano Milanino

Con l’arrivo della bella stagione si ripresenta puntuale il fastidioso problema delle zanzare. Il Comune di Cusano Milanino ha da anni attivato un servizio di disinfestazione che viene regolarmente svolto nelle vie alberate e nei parchi comunali, solitamente a partire dai primi giorni del mese di aprile.
Tuttavia l’efficacia di questi interventi risulta fortemente compromessa dal fatto che esistono larghe porzioni di territorio di verde privato dove le zanzare possono continuare indisturbate il loro ciclo riproduttivo.
L’Amministrazione ha pertanto ritenuto opportuno raggiungere un accordo con l’impresa di disinfestazione attualmente operante sul territorio comunale, al fine di poter offrire il medesimo servizio a prezzi calmierati anche ai privati che ne dovessero fare richiesta.
I prezzi, comprensivi naturalmente di tutto (mano d’opera, prodotti e materiali necessari allo svolgimento del servizio) sono i seguenti:
• Da 0 a 200 mq: euro 45,00 ad intervento;
• Da 200 a 500 mq: euro 60,00 ad intervento;
• Oltre 500 mq: euro 85,00 ad intervento.
Qualora si riuscisse a raggruppare un certo numero di privati nella stessa via o circondario i suddetti prezzi potranno subire una diminuzione sino al 20%.

Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Ecologia durante gli orari di apertura al pubblico (il martedì dalle 16:00 alle 17:45 ed il venerdì dalle 10:15 alle 12:15).


Continue Reading

Santa Rosa Vergine e le zanzare

Santa Rosa Vergine e le zanzare. Disinfestazione zanzare miracolosa- E’ veramente miracoloso ciò che ci racconta di Santa Rosa Vergine del Perù  Monsignor  Pompeo Sarnelli nelle sue “Lettere ecclesiastiche”, pubblicate a Venezia nek 1716. “Essendosi lei ritirata in un eremitaggio  in luogo acquidoso e ingombrato dagli alberi, che bollicava di una fastidiosa marmagliuola di zanzare, disse loro di non molestarla con le punture e i ronzii mentre meditava, essendo poi libere di fare quello che volevano, Altro che disinfestazione zanzare! Avvenne il prodigio, dice Monsignor Sarnelli, anche perchè “non ve n’ha più indocili, insolenti, implacabil bestiole” delle zanzare e prosegue con una pregnante descrizione di “questi quasi esseri, piccoli ma strepitosi, che assordano, corpicciuoli senza corpo, avidi di sangue umano”. Certamente mentre scriveva il Monsignore  era assediato dalle zanzare perchè si dimentica di Santa Rosa e, magari avesse potuto fare una disinfestazione zanzare!, non poteva che sfogarsi contro quegli insettacci che “con odiosissima vispezza bisbigliano, all’improvviso sbattono le ali, danno nelle trombe, vi caricano addosso, velocissime vi tribolano, fuggono, proditorie nei morsi; fingono di andare per dove non vanno, insidiano, più occhiute nel buio, più stridule nel silenzio, folletti dell’aria, noia per chi dorme, spie del dispetto, tentazioni di impazienza a chi prega”.

Conclude Monsignor Sarnelli la risentita descrizione delle zanzare dicendo che dunque era stato un vero miracolo quello di Santa Rosa per avere addomesticato le zanzare che sono “bestiole così fastidiose, discole e sanguinarie” con una disinfestazione zanzare basata sulla persuasione. Ma con una perplessità: è più virtuoso ammansire le zanzare o sopportarle con pazienza? Senza possibilità di disinfestazione zanzare: a quei tempi questi insetti, creature peraltro di Dio, misterioso nel suo volere e nei suoi disegni, era possibile sopprimerli soltanto acchiappandoli al volo (riuscendoci), schiacciandoli sul muro, spiaccicandoseli sulla fronte, oppure appunto era inevitabile sopportarli con santa rassegnazione, sperando che quel tormento servisse a scontare qualche peccato più o meno veniale, a aprire la strada se non del Paradiso almeno a evitare quella dell’Inferno facendo una sosta in Purgatorio.


Continue Reading

Disinfestazione zanzare biblica

Disinfestazione zanzare biblica, questo avrebbero voluto gli egiziani quando Dio diede un ordine e … vennero … le zanzare in tutto il paese”. Ma non potevano eseguirla, non solo perchè si sarebbero posti contro la potenza di Geova, ma anche perchè non sapevano proprio come farla. Il Salmo 104 racconta che dio le mandò sull’Egitto insieme a cavallette, bruchi e grandine  perchè il Faraone non voleva liberare gli Israeliti dalla schiavitù. Evidentemente le zanzare anche in tempi biblici erano considerate tormentose piaghe da cui non sapere come difendersi, non essendoci a quei tempi la tecnologia e le conoscenze entomologiche che permettessero di eseguire una adeguata disinfestazioni zanzare. Del resto se le zanzare spedite con un ordine di Geova sugli egiziani assomigliavano alle zanzare capaci, solo alcune specie, di volare per decine di chilometri ogni sera in sciami fitti per poi calare all’improvviso tutte insieme a nuvole è comprensibile che il loro arrivare innumerevoli  fosse considerato una temibile piaga, specialmente nelle zone attraversata dal Nilo, ambiente particolarmente idoneo alla vita delle zanzare, alla loro riproduzone, essendo caldo umido, in particolare al ritrarsi delle acque delle esondazioni periodiche del Nilo. l’ambiente favorevole non poteva essere contrastato con opportune disinfestazione zanzare capaci di almeno arginare l’invasione di questi insetti.A quei tempi non si conosceva la correlazione tra la presenza di zanzare e malattie gravi come le febbri malariche, tra cui la perniciosa dovuta alla inoculazione nel sangue mediante la puntuta della zanzara anofele del plasmodium falciparum, protozoo parassita. Ciò che era temuto era l’assalto contemporaneo di innumerevoli zanzare, cosa che si verifica anche oggi.con le migrazioni serali della Coquillettidia richiardi contro le quali sono in difficoltà anche il tipo di disinfestazione zanzare contemporaneo. Confrontabile con le migrazioni bibliche il comportamento dell’Ochlerotatus caspius una zanzara delle famigkia delle Culicidae capace di volare per fare il pasto di sangue una dozzina di chilometri dal luogo di riproduzione. In questi casi la disinfestazione zanzare è problematica al loro arrivo: occorre provvedere nei luoghi di riproduzione.

 


Continue Reading

Disinfestazione zanzare nella Divina Commedia

Disinfestazione zanzare sarebbe pertinente anche alla Commedia dove le zanzare si sono anche infilate. Ci sono da sette secoli, senza possibilità di disinfestazione. In uno dei più brutti passi dell’opera Dante per dire “poeticamente” la visione di innumerevoli .piccole luci nella ottava bolgia inciampa in tortuosi versi per dire che era come quando le giornate si alliungano e viene la sera e appaiono le lucciole. Ma per significare la sera, senza nominarla, dice che è quando se ne vanno le mosche e arrivano le zanzare: “come quando la mosca cede alla zanzara” (Inferno, XXVI, 88).. Roba da disinfestazione zanzare poetica. Del resto il sommo poeta si costrinse scrivere circa 14.000 versi e per forza di cose alcuni gli riuscirono davvero male. Ma una disinfestazione della Divina Commedia è impossibile: è un tutt’uno.  Certo è che mosche e zanzare erano ben presenti nella esperienza quotidiana di Dante per almeno sei mesi dell’anno se gli si intrufolarono nel poema, niente disinfestazione zanzare a quei tempi.Così che per significare la sera gli venne in mente di scrivere che essa è il momento quando cessa l’attivitò delle mosche, diurne, e comincia quella delle zanzare, serali e anche notturne. Con questo capiamo che a Firenze, o anche a Treviso, Padova, Venezia, Ravenna, dove Dante soggiornò a lungo, prevalevano le zanzare con un comportamento simile a quello della culex pipiens, e probabilmente si trattava proprio di questa zanzara, la nostra vecchia zanzara nostrana, che oggi si trova a competere con zanzare immigrate, come la aedes albopictus, la cosiddetta zanzara tigre, che invece è attiva anche di giorno e contro cui oggi possiamo fare una efficace disinfestazione zanzare. Dante quindi non avrebbe potuto usare la zanzara tigre nella sua metafora per significare la sera. A quei tempi non facevano la disinfestazione zanzare, le soppportavano, esse facevano parte delle cose, come quando viene la sera.

Disinfestazione zanzare nella Divina Commedia


Continue Reading

Disinfestazione zanzare magica

Disinfestazione zanzare magica dicono che sarebbe stata inutile nelle città di Costantinopoli e Antiochia agli inizi del I° secolo perchè pare che non vi entrassero mai vive le zanzare per un incantesimo fatto da Apollonio di Tiana. Così scrive di lui Flavio Filostrato nella biografia ordinatagli dalla imperatrice romana Giulia Domna, moglie dell’imperatore Settimio Severo. E’ risaputo che facesse molti miracoli, tra cui appunto, quello della disinfestazione zanzare. Filostrato di lui dice che era capace di scomparire da un luogo e riapparire in un altro, pioniere del teletrasporto. Ma non rivela la tecnica magica di disinfestazione  zanzare con cui, si dice, Apollonio protesse la grande città di Costantonopoli e quella di Antiochia dove nacque Giulia Domna. E’ veramente un peccato che sia andata perduta  la formula magica di Apollonio per la disinfestazione  zanzare: Sarebbe stata indubbiamente utile vista la diffusione crescente delle Aedes albopictus che stanno sloggiando la nostra comune zanzara, la culex pipiens. Per non dire della Aedes aegypti, della Ochlerotatus caspius o della Aedes vexans, vessatoria come appunto dice il nome scientifico. Come non fantasticare un rimedio magico, una formula, un bachetta, una miscela esalante essenze fulminanti nelle notti tormentate dal ronzio e dalle punture delle zanzare? Tigri o non tigri che siano. Magari si fosse trovata questa magia tra i reperti archeologici, o nei libri di magia, ma non sembra che i più famosi maghi se ne siano mai occupati. Probabilmente arrendendosi di fronte all’impotenza dell’arte cabalistica e delle formule alchemiche contro le zanzare. La grandiosa potenza della magia era inutile come disinfestazione zanzare. Eppure il motivo ci sarebbe stato per occuparsene. Ma  non vi è traccia nei libri di Alberto il Grande, dell’abate Thritemius, di Cornelio Agrippa e tanto meno nei famosi testi occultistici del padre, ritenuto almeno tale, della magia, Ermete Trismegisto. La resa della magia di fronte  alle piccole, fastidiose, ma anche molto pericolose zanzare (è vero che allora non si conosceva la loro grave pericolosità) fu totale. Disinfestazione zanzare è cosa di oggi. Apparentemente davvero un pò magica, perchè ottiene effettivamente la libertà dall’assillo di quegli insetti. In realtà molto scientifica e attenta all’ambiente come nel caso degli impianti fissi di disinfestazione iZanz.

Disinfestazione zanzare magica


Continue Reading