Posts Tagged: anti-zanzara

Nata una Super-zanzara

Nata una Super-zanzara: il Dipartimento di Entomologia della University of California, Davis, sta realizzando insieme alla Division of Agriculture and Natural Resources della stessa Università un programma di ricerca sulla biologia a sul controllo delle zanzare. Lo scopo è fornire alle autorità dei vari Sati  assistenza per la protezione dei cittadinin contro le zanzare e le malattie procurate dalle punture di questi insetti. Questo è uno dei tanti interventi a livello scientifico per il reperimento di strumenti di difesa dalle zanzare e dalle malattie da esse veicolate.

Queste ricerche sono importanti perchè le zanzare si adattano ad ambienti e situazioni diverse. Nel numero del 6 Gennaio 2015 di Procedings of the National Academy of Sciences si pubblica il risultato di una ricerca condotta dall’entomologo G: Lanzaro della Università di California Davis da cui risulta che dal’incrocio tra due specie di zanzare, la Anopheles gambiae e la Anipheles colizzi, nel Mali, sono nate delle super-zanzare resistenti agli attuali insetticidi. E’ stata superata la barriera evolutiva tra le due specie che le teneva in reciproco isolamento riproduttivo. Questa super- zanzara deve essere ritenua una nuova specie. Urgono quindi nuove strategie. In Europa, o negli USA, non esite una paragonabile super-zanzara. Ma il precedente, per quanto lontano nello spazio, deve essere preso seriamente in considerazione. La modificazione genetica che ha consentito la formazione della nuova specie di zanzare, la “super” (non risulta che le sia stato dato ancora un nome, per quanto potrebbe essere Anopheles Lazarii)  Occorre  quindi, per prevenire  adattamenti e resistenze nelle zanzare, impiegare insetticidi con modalità tecniche  tali da utilizzare bassissime quantità di insetticida nelle aree verdi antropizzate in modo da, tra l’altro, non creare future possibili resistenze agli insetticidi, e tuttavia ricorrendo ai metodi perfettamente efficaci.

Nata una Super-zanzara


Continue Reading

Disinfestazione zanzare biblica

Disinfestazione zanzare biblica, questo avrebbero voluto gli egiziani quando Dio diede un ordine e … vennero … le zanzare in tutto il paese”. Ma non potevano eseguirla, non solo perchè si sarebbero posti contro la potenza di Geova, ma anche perchè non sapevano proprio come farla. Il Salmo 104 racconta che dio le mandò sull’Egitto insieme a cavallette, bruchi e grandine  perchè il Faraone non voleva liberare gli Israeliti dalla schiavitù. Evidentemente le zanzare anche in tempi biblici erano considerate tormentose piaghe da cui non sapere come difendersi, non essendoci a quei tempi la tecnologia e le conoscenze entomologiche che permettessero di eseguire una adeguata disinfestazioni zanzare. Del resto se le zanzare spedite con un ordine di Geova sugli egiziani assomigliavano alle zanzare capaci, solo alcune specie, di volare per decine di chilometri ogni sera in sciami fitti per poi calare all’improvviso tutte insieme a nuvole è comprensibile che il loro arrivare innumerevoli  fosse considerato una temibile piaga, specialmente nelle zone attraversata dal Nilo, ambiente particolarmente idoneo alla vita delle zanzare, alla loro riproduzone, essendo caldo umido, in particolare al ritrarsi delle acque delle esondazioni periodiche del Nilo. l’ambiente favorevole non poteva essere contrastato con opportune disinfestazione zanzare capaci di almeno arginare l’invasione di questi insetti.A quei tempi non si conosceva la correlazione tra la presenza di zanzare e malattie gravi come le febbri malariche, tra cui la perniciosa dovuta alla inoculazione nel sangue mediante la puntuta della zanzara anofele del plasmodium falciparum, protozoo parassita. Ciò che era temuto era l’assalto contemporaneo di innumerevoli zanzare, cosa che si verifica anche oggi.con le migrazioni serali della Coquillettidia richiardi contro le quali sono in difficoltà anche il tipo di disinfestazione zanzare contemporaneo. Confrontabile con le migrazioni bibliche il comportamento dell’Ochlerotatus caspius una zanzara delle famigkia delle Culicidae capace di volare per fare il pasto di sangue una dozzina di chilometri dal luogo di riproduzione. In questi casi la disinfestazione zanzare è problematica al loro arrivo: occorre provvedere nei luoghi di riproduzione.

 


Continue Reading

Disinfestazione zanzare e Sangallo

Disinfestazione zanzare e Sangallo, fantastiche, di altri tempi. Ammiano Marcellino nelle sue Res gestae libri XXXI narra che nella Mesopotamia le zanzare assaltavano i leoni con tale voracità che questi grandi felini erano costretti a tuffarsi nelle profondissime acque dei fiumi  per liberarsene. Questa informazione, che ci giunge dal IV* secolo, a noi appare abbastanza stupefacente e poco credibile, ma dà l’idea di quanto fossero temuti questi insetti nell’antichità.

Alcazuino,   naturalista arabo, paragonò le zanzare a minuscoli elefanti con le ali, a causa della loro temibile proboscidina, ponendosi  domande curiose e interesanti sul loro comportamento.   Disinfestazione zanzare in questo caso sarebbe stata problematica.    Nessuno in duemila anni  aveva posto in dubbio la validità della teoria di Aristotele,  esposta nella  sua Storia degli animali, della generazione spontanea degli insetti . In particolare si riteneva che le zanzare si generassero spontaneamente dalle acque putride.  Il concetto di disinfestazione zanzare non esisteva: si cercava di capire come si generassero questi fastidiosi insetti alquanto ipoteticamente. Solo nella seconda metà del ‘600, un allievo di Francesco Redi che già aveva fatto studi del tutto innovatori sugli insetti, Pietro Paolo da Sangallo, tormentato una sera del 1679 insieme ad amici con cui stava conversando in piazza di Santa Maria del Fiore a Firenze da una moltitudine di zanzare, decise di investigare  su come si generassero, non credendo alla teoria della generazione spontanea. Queste osservazioni sono la lontana origine delle conoscenze entomologivhe che oggi consentono di capire il ruolo di veicolo di malattie e  la possibilità di disinfestazione zanzare. Pose dentro due recipienti di vetro chiusi acqua prelevata da zone dove ristagnava e si mise ad osservare le forme di vita che vi si manifestavano. Osservando scoprì  che alcune zatterine di piccoli semini  scuri erano costituite da uova e che da esse nascevano larve, che ancora non sapeva che fossero di zanzara finché, dopo il passsggio in pupe vide rompersi queste ed apparire le zanzare già interamente formate.   “Le zanzare non nascono spontaneamente dalla putredine ma dalle uova delle loro madri …  sono minutissime, contenute dentro una navicella … nelle acque stagnanti, da quelle uova nascono altrettanti vermi i quali … dopo alcuni giorni mutano di figura e dopo altri giorni squarciandosi la loro pelle ne scappano fuora le zanzare”.        Dai disegni di Pietro Paolo si vede chiaramente che le larve hanno il sifone respiratorio nella parte posteriore e quindi si trattava molto probabilmente della culex pipiens, la nostra zanzara comune, che oggi ha trovato un tremendo competitore nella zanzara tigre, più aggressiva. Ai tempi di Pietro Paolo non si conoscevano efficaci metodi di disinfestazione zanzare, per cui ci si affidava ai procedimenti di disinfestazione zanzare più fantasiosi e sicuramente inefficaci, di alcuni elencati da lui stesso con il consapevole scetticismo di chi applicava  alla conoscenza l’osservazione scientifica.

Disinfestazione zanzare e Sangallo


Continue Reading

Disinfestazione zanzare nella Divina Commedia

Disinfestazione zanzare sarebbe pertinente anche alla Commedia dove le zanzare si sono anche infilate. Ci sono da sette secoli, senza possibilità di disinfestazione. In uno dei più brutti passi dell’opera Dante per dire “poeticamente” la visione di innumerevoli .piccole luci nella ottava bolgia inciampa in tortuosi versi per dire che era come quando le giornate si alliungano e viene la sera e appaiono le lucciole. Ma per significare la sera, senza nominarla, dice che è quando se ne vanno le mosche e arrivano le zanzare: “come quando la mosca cede alla zanzara” (Inferno, XXVI, 88).. Roba da disinfestazione zanzare poetica. Del resto il sommo poeta si costrinse scrivere circa 14.000 versi e per forza di cose alcuni gli riuscirono davvero male. Ma una disinfestazione della Divina Commedia è impossibile: è un tutt’uno.  Certo è che mosche e zanzare erano ben presenti nella esperienza quotidiana di Dante per almeno sei mesi dell’anno se gli si intrufolarono nel poema, niente disinfestazione zanzare a quei tempi.Così che per significare la sera gli venne in mente di scrivere che essa è il momento quando cessa l’attivitò delle mosche, diurne, e comincia quella delle zanzare, serali e anche notturne. Con questo capiamo che a Firenze, o anche a Treviso, Padova, Venezia, Ravenna, dove Dante soggiornò a lungo, prevalevano le zanzare con un comportamento simile a quello della culex pipiens, e probabilmente si trattava proprio di questa zanzara, la nostra vecchia zanzara nostrana, che oggi si trova a competere con zanzare immigrate, come la aedes albopictus, la cosiddetta zanzara tigre, che invece è attiva anche di giorno e contro cui oggi possiamo fare una efficace disinfestazione zanzare. Dante quindi non avrebbe potuto usare la zanzara tigre nella sua metafora per significare la sera. A quei tempi non facevano la disinfestazione zanzare, le soppportavano, esse facevano parte delle cose, come quando viene la sera.

Disinfestazione zanzare nella Divina Commedia


Continue Reading

Disinfestazione zanzare antica favola

Disinfestazione zanzare antica favola. Un pipistrello impegnato nella disinfestazione zanzare insegue una zanzara.E’ una versione poco nota del famoso paradosso di Zenone rappresentato con la storiella di Achille e la tartaruga. che essendo partita prima con qualche vantaggio non sarà mai ragiuna dal velocissimo Achille perchè lei è sempre un tantino più avanti, sempre meno, ma sempre qualcosina, all’infinito. La versione si trovava in un passo interpolato delle Ipotiposi Pirroniane di Sesto Empirico, poi espunto perchè sicuramente introdotto da qualche amanuense mentre copiava il terzo libro nella parte dedicata al movimento. e quindi, questa è l’ipotesi, tormentato ostinatamente dalle zanzare mentre faceva il suo lavoro di copista, inventò ad hoc la sua versione del paradosso di Zenone compiacendosi di questo tipo di disinfestazione zanzare. Questa versione racconta  del pipistrello che volando vuole raggiungere la zanzara per mangiarsela, ma mentre lui percorre in volo la distanza che lo separa dal punto in cui è la zanzara, questa si è spostata più avanti e così via per cui non riuscirà mai a ingoiarla. E finqui ricalca la versione del paradosso con achille e la tartaruga. Che la versione del paradosso però sia interpolata è del tutto probabile, sia perchè il passo non si trova in altri manoscritti dello stesso testo, sia soprattutto per il suo finale non zenoniano: con una accelerata del battito delle ali il pipistrello raggiunge la zanzara e se la mangia. E’ un finale infatti che rappresenta piuttosto la critica di Diogene che, interrogato sul paradosso, mostrò alzando un dito verso il  cielo della sera i pipistrelli che svolazzavano mangiandosi nuvole di zanzare, smentendo così Zenone.  Una sera estiva tormentata da culicidae o da aedes, avrà fatto immaginare all’amanuense una sua fantasia di disinfestazione zanzare nel finale del paradosso, simile alla incontestabile confutazione attribuita a Diogene che mostra che di fatto i pipistrelli si mangiano gli insetti che inseguono facendo una disinfestazione zanzare naturale.

Disinfestazione zanzare antica favola


Continue Reading

DISINFESTAZIONE ZANZARE MENO ZANZARE QUEST’ANNO?

DISINFESTAZIONE ZANZARE MENO ZANZARE QUEST’ANNO? Sembra che le zanzare tardino ad arrivare in molte zone d’Italia e che comunque ce ne siano meno rispetto agli scorsi anni. Viene teorizzato che le piogge violente che si sono abbattute un po’ ovunque siano la causa di tutto ciò. Con questo non è che per quest’anno non subiremo il fastidio di questi terribili insetti, poiché sono capaci di riprodursi molto velocemente, specialmente le zanzare tigre. Il problema della disinfestazione delle zanzare è soltanto rimandato e, dato il prolungarsi negli ultimi anni del caldo estivo fino quasi a ottobre inoltrato, è probabile che le zanzare ci faranno compagna anche a Natale! DISINFESTAZIONE ZANZARE MENO ZANZARE


Continue Reading

disinfestazione zanzare iZanz

[redirect url=’https://www.izanz.com’ sec=’0′]

Disinfestazione zanzare. Le zanzare aumentano di numero e di attività nella stagione calda. Soprattutto nei guirdini a volte, o anche molto spesso, impedendo il piecere di starvi, di cenare, di giocare, di godersi l’aria aperta delle proprie aree verdi. Possono imperversare attorno alla piscina in certi casi, non rari, addiruttura impedendone l’uso. Disinfestazione zanzare diventa una necessità. Per esempio anche neiristoranti, alberghi, agriturismo, bar all’aperto, piscine,dovunque vi siano giardini, spazi aperti le zanzare ormai imperversano. Di tutti i tipi, dalle vecchie culex pipiens che ormai retrocedono di fronte alla aggressività della aedes albopictus, a quest’ultima, la cosiddetta zanzara tigre, insatancabile persecutrice degli umani a tutte le ore del giornio e della notte. Disinfestazione zanzare è dunque proprio una esigenza largamente sentita e non sempre si conoscono le possibilità di ottenerla in modo stabile, non momentaneo o per pochi giorni, una settimana o poco più. Il modo più sicuro nei risultati e nella tutela dell’ambiente è costituito dai sistemi fissi di disinfestazione iZanz, capaci di tutelare un giardino, un parco, una qualsiasi area verde intorno a una casa con efficacia e con un inesistente impatto ambientale. L’impiego di piretro naturale che ha la proprietà di degradarsi alla luce solare e all’aria favorisce il rispetto dell’ambiente. Infatti quando il piretro nebulizzato da Izanz una volta, in soluzione  all’1% e solo due volte al giorno per un minuto, ha esaurito la sua attività disgregandosi le sue molecole, entra in funzione la successiva nebulizzazione con ciò mantenendo una bassissima presenza di piretro ma costantemente .Questo è il segreto di iZanz: costanze e pochissima quantità. Da quanto precede è evidente che gli impianti iZanz sono automatizzati e predisposti al funzionamento con consumi molto bassi, poca residualità dei prodotti, con una concezione che è quella di impedire l’ingresso delle zanzare nella zona protetta, invece che intervenire su di esse quando sono già dentro infestando l’ambiente. Disinfestazione zanzare dunque può significare cose molto diverse e con risultati anche molto diversi.


Continue Reading

Disinfestazione zanzare nei giardini.

Disinfestazione zanzare: c’èun solo modo efficace per la disinfestazione delle zanzare dai giardini, sono i sistemi a nebulizzazione: bassissimo impatto ambientale, bassi costi di  gestione, semplicità d’uso.

PER SAPERNE SUBITO DI PIU’ CLICCA IN ALTO SOPRA IL TASTO   IZANZ

Un impianto a nebulizzazione, come iZanz, lavora in totale autonomia nebulizzando una lieve nebbiolina per due minuti al giorno, la mattina presto ed il pomeriggio o la sera. Il vostro giardino nell’arco di uno o due giorni sarà libero dalle zanzare e voi ve lo potrete godere in totale tranquillità. Avete una bella piscina e potete soltanto fare un tuffo e scappare, pranzi e cene in giardino sono ormai solo un desiderio, i vostri bambini si riempiono di punture, è arrivato il momento di pensare ad un impianto a nebulizzazione. Disinfestazione zanzare è un  bene che deve fare parte dell’ambiente di chi vuole godersi il proprio giardino senza l’assillo delle zanzare, proteggere i propri familiari e se stesso, anche gli ospiti, dalle punture irritanti di questi insetti. O anche difendere i cani dalla inoculazione della filariosi e della leshmaniosi, le lente e mortali malattie trasmesse da alcuni tipi di zanzare a questi animali che vivono con l’uomo. Gli impianti IZanz sono beni di consumo durevoli, destinati a durare anni proteggendo il vostro giardino dalle incursioni e dall’assalto delle zanzare. Disinfestazione zanzare non è più un problema, né qualcosa cui si deve continuamente provvedere, per esempio con prodotti a combustione, e emanazione, con irrorazioni periodiche di necessariamente grandi quantità di insetticidi nell’ambiente, tutto ciò è superato dalla moderna tecnologia. Dietro un impianto iZanz c’è una ricerca di efficenza, semplificazione, risparmio, efficacia risolutiva. il risultato è una disinfestazione zanzare costante, senza diminuzioni di efficacia nel tempo e con una ridottissima manutenzione: il rifornimento di piretro naturale ogni due mesi mediamente per i diversi tipi di impianti, la sistemazione per l’inverno. Disinfestazione zanzare è adesso una effettiva realtà.


Continue Reading

Disinfestazione zanzare giardino

 

Disinfestazione zanzare giardino: tre parole che evocano la millenaria guerra dell’uomo contro le zanzare.

PER AVERE SUBITO UN’ IDEA  DELLA NUOVA EFFICACE SOLUZIONE DEL VECCHIO PROBLEMA CLICCA IN ALTO SUL TASTO  IZANZ

Circa 2,4 milioni di anni fa appariva il genere Homo. L’Homo sapiens è apparso 200.000 anni fa. Le zanzare esistono da 46 milioni di anni. Questi insetti sono uno straordinario esempio di adattamento e di flessibilità alle più diverse situazioni ambientali. Il genere umano è sempre stato tormentato dalle zanzare. La disinfestazione zanzare giardino In passato non era possibile: l’uomo era indifeso contro le zanzare che oltre a molestarlo con le punture, e il ronzio, gli trasmettevano svariate gravi malattie tra cui forse la più persecutoria di esse: la malaria. Ancora oggi la malaria è la prima tra le cause di morte nel mondo.

Disinfestazione zanzare giardino: oggi possiamo mettere insieme questi concetti e difenderci. Per millenni le zanzare sono state più forti degli uomini a causa del loro numero, della loro resistenza, capacità di riprodursi. La malaria è stata sconfitta in Europa, non così in altri continenti dove il clima favorisce le zanzare. Nel mito i giardini non avevano zanzare. Nella realtà la loro presenza tormentosa non era eliminabile con disinfestazione zanzare giardino. Oggi è possibile mettere effettivamente insieme le tre parole disinfestazione zanzare giardino dando un senso a questa congiunzione verbale.

Come disinfestare e allontanare le zanzare dal proprio giardino? La modernità ci viene in soccorso. Il progresso scientifico e tecnoiogico. La chimica, la conoscenza della dinamica dei fluidi, lo sviluppo produttivo di materiali metallici e plastici anni fa impensabili. La conseguenza di questo è stata la possibilità di ideare un impianto fisso antizanzare che funziona egregiamente.

Si chiama  iZanzsistema non invasivo per eliminare le infestazioni , che con due minuti al giorno di nebulizzazione. Ottiene risultati sorprendenti con un irrilevante impatto ambientale: basti pensare che per proteggere un giardino di circa 200 mq  iZanz  utilizza meno di 10 millilitri di insetticida al giorno! Circa un  litro e mezzo da Maggio a Ottobre. Zanzare disinfestazione giardino non è più un insieme di parole dal significato impossibile e ciò senza conseguenze di inquinamento ambientale..


Continue Reading

A Firenze il Patto di Stabilità frena la lotta alle zanzare. # disinfestazione zanzare

A Firenze il Patto di Stabilità frena la lotta alle zanzare. I vincoli non permettono a Quadrifoglio di assumere a tempo determinato 100 addetti alla disinfestazione.

Vita più facile per le zanzare a Firenze. E più difficile per i fiorentini, più vulnerabili alle punture dei simpatici insetti che proliferano vicino ai corsi d’acqua. Infatti, per effetto del Patto di Stabilità alle partecipate, anche Quadrifoglio, l’azienda titolare della gestione dei rifiuti e dell’igiene pubblica per conto dei Comuni fiorentini, può utilizzare personale a tempo determinato solamente nella misura del 50% rispetto al 2009. La conseguenza? «Non possiamo chiamare un centinaio di addetti a tempo determinato, e uno degli effetti è sui servizi di disinfestazione contro le zanzare», spiega l’ad di Quadrifoglio Livio Giannotti ai microfoni dell’emittente Ladyradio.


Continue Reading