Quando l’insetticida è in realtà un prodotto ecologico

Il problema di avere le zanzare che ronzano nel giardino di casa è una questione purtroppo comune un po’ a tutti, il loro insistente ronzio e le minacce di essere punti, rendono a volte perfino impossibile rimanere a godersi l’area  aperta. Una soluzione decisamente efficace e definitiva è offerta dal sistema di nebulizzazione iZanz, che […]

Il problema di avere le zanzare che ronzano nel giardino di casa è una questione purtroppo comune un po’ a tutti, il loro insistente ronzio e le minacce di essere punti, rendono a volte perfino impossibile rimanere a godersi l’area  aperta.

Una soluzione decisamente efficace e definitiva è offerta dal sistema di nebulizzazione iZanz, che agisce con la formazione di una fine nebbiolina composta da una soluzione di acqua  e piretro in piccola dose (1%).

Il piretro è un insetticida naturale che si degrada alla luce solare e quindi non residua nell’ambiente.

Il sistema di nebulizzazione opera mediante una centralina aurtomatizzata che invia ad un circuito di ugelli  disposti al perimetro della zona da proteggere, distanziati tra loro di circa quattro metri, la soluzione detta citata.

Sistema di nebulizzazione di insetticida

Ugello di nebulizzazione in azione con l’insetticida ecologico.

Questo sistema anti-zanzara è perfettamente funzionale anche se nelle aree adiacenti non sono state adottate misure di disinfestazione. Sia per una vera e propria barriera di protezione contro ogni ceppo di zanzara da quella ormai prevalente, la Anopheles albopictus, nota come zanzara tigre, alle nostrane Culex pipiens. Le zanzare vengono soppresse e allontanate dalla zona protetta.
Calabroni, tafani, e mosche sono solo disturbati  data la molto  bassa percentuale di insetticida, ma se ne diminuisce la presenza.

Sono sufficienti due nebulizzazioni giornaliere per garantire una protezione costante. Il sistema iZanz è automatico e le nebulizzazioni sono regolate da una centralina. In questo modo, la disinfestazione sarà automatica, programmata secondo orari da voi prescelti. Zampironi, elettroemanatori, disinfestazioni con cannoni atomizzatori, trappole e altre soluzioni insoddisfacenti saranno eliminate. Potrete liberamente cucinare e cenare nel vostro giardino senza la paura di essere letteralmente assaliti delle zanzare, potrete godervi un rilassante bagno in piscina senza essere sottoposti  all’aggressione delle “tigri”, cioè le Aedes albopictus.

Il metodo a nebulizzazione è adatto anche a proteggere aree più grandi come giardini di ville,  parchi, ristoranti e alberghi. Gli ugelli si integrano perfettamente nell’ambiente, non recano alcun fastidio, si adattano al verde mimetizzandosi in esso. Le nebulizzazioni sono programmabili secondo le esigenze dell’utente. Solitamente e preferibilmente la mattina presto e al tramonto.

Pozze di acqua stagnante

Le pozze di acqua stagnante sono tra le principali cause che favoriscono la riproduzione delle zanzare.

Spesso l’infestazione da parte delle zanzare è causata dalla presenza di acqua stagnante nelle prossimità delle piante del nostro giardino, è importante dunque prestare attenzione quando si innaffi, evitando eccessi d’acqua, tali da non venire assorbiti dalla pianta, curare il deflusso delle acque piovane nei pozzetti di raccolta.

Dunque la prima azione da compiere è quella di non creare un habitat troppo favorevole alle zanzare. Questo è utile ma solo parzialmente efficace. Per ottenere un risultato completo e costante, durevole nel tempo, occorre un impianto fisso  di nebulizzazione preferibilmente di piretro. In questo modo potrete risolvere definitivamente il problema dell’infestazione di insetti fastidiosi e potenzialmente pericolosi alla salute, come le zanzare.

Zanzare in azione

Una zanzare in azione durante il morso.