Disinfestazione zanzare nei giardini.

Disinfestazione zanzare: c’èun solo modo efficace per la disinfestazione delle zanzare dai giardini, sono i sistemi a nebulizzazione: bassissimo impatto ambientale, bassi costi di  gestione, semplicità d’uso.

PER SAPERNE SUBITO DI PIU’ CLICCA IN ALTO SOPRA IL TASTO   IZANZ

Un impianto a nebulizzazione, come iZanz, lavora in totale autonomia nebulizzando una lieve nebbiolina per due minuti al giorno, la mattina presto ed il pomeriggio o la sera. Il vostro giardino nell’arco di uno o due giorni sarà libero dalle zanzare e voi ve lo potrete godere in totale tranquillità. Avete una bella piscina e potete soltanto fare un tuffo e scappare, pranzi e cene in giardino sono ormai solo un desiderio, i vostri bambini si riempiono di punture, è arrivato il momento di pensare ad un impianto a nebulizzazione. Disinfestazione zanzare è un  bene che deve fare parte dell’ambiente di chi vuole godersi il proprio giardino senza l’assillo delle zanzare, proteggere i propri familiari e se stesso, anche gli ospiti, dalle punture irritanti di questi insetti. O anche difendere i cani dalla inoculazione della filariosi e della leshmaniosi, le lente e mortali malattie trasmesse da alcuni tipi di zanzare a questi animali che vivono con l’uomo. Gli impianti IZanz sono beni di consumo durevoli, destinati a durare anni proteggendo il vostro giardino dalle incursioni e dall’assalto delle zanzare. Disinfestazione zanzare non è più un problema, né qualcosa cui si deve continuamente provvedere, per esempio con prodotti a combustione, e emanazione, con irrorazioni periodiche di necessariamente grandi quantità di insetticidi nell’ambiente, tutto ciò è superato dalla moderna tecnologia. Dietro un impianto iZanz c’è una ricerca di efficenza, semplificazione, risparmio, efficacia risolutiva. il risultato è una disinfestazione zanzare costante, senza diminuzioni di efficacia nel tempo e con una ridottissima manutenzione: il rifornimento di piretro naturale ogni due mesi mediamente per i diversi tipi di impianti, la sistemazione per l’inverno. Disinfestazione zanzare è adesso una effettiva realtà.


Continue Reading

disinfestazione zanzare nei giardini

I sistemi a nebulizzazione sono gli unici in grado di eseguire disinfestazione zanzare nei giardini, anche se piccoli e circondati da altre aree verdi infestate da zanzare.

PER AVERE SUBITO UN’IDEA DI QUESTI NUOVI SISTEMI CLICCA IN ALTO SUL TASTO    IZANZ

Il principio su cui si basano questi sistemi di disinfestazione zanzare a nebulizzazione è quello di proteggere il perimetro dell’area da difendere. Le zanzare, in particolare le tigre, fanno brevi e bassi voli, per cui, prima di entrare nel vostro giardino devono per forza passare dal perimetro protetto. Inoltre, le zanzare non sopportano la piena insolazione e si ricoverano nelle zone d’ombra e sotto il fogliame, proprio dove agisce la nebulizzazione.La disinfestazione zanzare effettuata da un impianto a nebulizzazione con dieci ugelli è capace di proteggere un giardino dall’area di oltre 100 metri quadri, Consuma un solo litro di piretro naturale in quattro mesi. Nebulizza soltanto per due minuti al giorno. Ma tutti i giorni, essendo programmato per questo. Non esistono altri sistemi altrettanto efficaci di disinfestazione zanzare, trappole, zampironi, insetticidi istantanei, atomizzazioni periodiche, attrattori non riescono ad ottenere gli stessi risultati degli impianti a nebulizzazione. Il motivo è semplice: essi costituiscono il contrario delle consuete correnti disinfestazioni per intrinseca necessità costrette a basarsi sull’impiego di ingenti quantità di insetticidi, preferibilmente sintetici per assicurare loro un minimo di durata nell’ambiente. Ma qualsiasi sia il metodo usato, dagli esalatori elettrici, ai sistemi a combustione, ai simulatori delle emissioni corporee umane il principio è quello di agire sulle zanzare già presenti nell’ambiente. E’ proprio questo che costringe o all’impiego di insetticidi in dosi cospicue o all’impiego di attrattori per la cattura delle zanzare, che però prima di essere in parte catturate affluiscono nell’area attratte oltre che dalle naturali emissiioni degli umani anche da quelle artificiali del sistema. Il sistema fisso di disinfestazione zanzare iZanz costituisce invece una barriera ai margini del giardino, della zona verde da proteggere, impedendo alle zanzare di entrarvi, le uccide o  le respinge, con una bassissima quantità di piretro naturale


Continue Reading

Come eliminare le zanzare dal giardino

Da ormai diversi anni abbiamo più o meno tutti fatto conoscenza a nostro malgrado con le nuove specie di zanzare tropicali che hanno letteralmente conquistato i nostri prati e giardini. Se qualche decennio fa era ancora possibile attardarsi in un parco pubblico o rimanere semplicemente all’aperto davanti a casa propria a parlare con gli amici, oggi questa immagine è fortemente condizionata dall’incubo delle fastidiose punture di questo piccolo insetto. Il disagio ha assunto proporzioni cosi rilevanti sul nostro territorio italiano che la maggioranza delle persone, più o meno consapevolmente, sta addirittura modificando le proprie abitudini quotidiane, e questo cambiamento è sostanzialmente riassumibile in una triste rinuncia a condividere i medesimi spazi verdi, a noi tanto cari, occupati dalla zanzara.

A peggiorare ulteriormente il quadro della situazione è il comportamento di molte delle specie importate di culicidi (questo è il nome della famiglia di insetti a cui appartengono le zanzare), ossia di parassitare le proprie prede anche durante le ore di luce. Fin dai primi tiepidi giorni di primavera fino a tarda estate ed inizio autunno, ogni metro quadrato di verde è diventato rapidamente territorio di caccia della ben nota zanzara tigre, ogni ora del giorno; rinunciamo allora alla boccata d’aria serale in veranda dopo cena, a ricevere ospiti per un aperitivo in giardino oppure a lasciare i bambini a giocare liberi nel cortile di casa. I più piccoli sono infatti i soggetti che più soffrono le punture, dalle quali poi scaturiscono fastidiosi pruriti e lesioni cutanee anche vistose.

Come sanno bene i proprietari di appartamenti ai piani alti, il problema della zanzara non si aggira con l’altezza, poiché l’insetto con i suoi brevi voli riesce comunque a raggiungere anche attici e sottotetti, costringendo anche gli inquilini più distanti dal suolo ad attrezzarsi con zanzariere, rinunciando così ad uno dei vantaggi più piacevoli offerti dal vivere “ai piani alti”, ossia una migliore ventilazione, preziosissima nelle grandi città durante i mesi più caldi.

Per risolvere questo annoso problema bombardiamo le zanzare con disinfestanti di ogni tipo. Pratichiamo veri e propri interventi di disinfestazione di massa fin dentro casa, costretti a dosaggi industriali per prolungare il più possibile nel tempo l’effetto del principio attivo. Nei condomini di ogni grandezza come nei villaggi turistici e nei parchi pubblici si immettono enormi quantità di veleni per mezzo di rumorosi atomizzatori. Tutto questo ha un costo rilevante, ma soprattutto ha un pericoloso impatto sulla nostra salute e su quella di tutti gli altri organismi che vivono con noi.

Studiando più approfonditamente la modalità di spostamento delle principali specie di zanzare ci si è però resi conto di un loro punto debole: esse infatti non percorrono mai in volo lunghi tratti, compiendo invece una sorta di avanzamento a “balzi volanti” e sempre in prossimità del suolo. Questi insetti non possiedono infatti la struttura fisica adatta per mantenersi a lungo in volo, né tanto meno di vincere anche i piccoli spostamenti d’aria. Il brevetto iZanz, commercializzato dall’azienda Islands, rappresenta un innovativo strumento di lotta alla zanzara che sfrutta in maniera estremamente efficace questa caratteristica di movimento dell’insetto.

iZanz è un sistema definitivo per proteggere dalle fastidiose zanzare il proprio spazio verde attorno a casa e, perché no, anche la casa stessa! Possiamo dunque dire addio a creme repellenti, a costose zanzariere installate ad ogni finestra, a maleodoranti fumigazioni e, soprattutto, alle disinfestazioni massicce intossicanti. La strategia disinfestante di iZanz si fonda sul principio di somministrare solo una piccola quantità di principio attivo dove serve, due volte al giorno. Grazie a questo dosaggio minimo ma costante è possibile utilizzare la molecola naturale per antonomasia contro tutti i ditteri, culicidi compresi: il piretro.

Il piretro è un composto estratto dalla pianta di Tanacetum cinerariifolium, un grande margheritone bianco con il capolino giallo, storicamente impiegato contro le zanzare ma che, a causa della sua scarsa persistenza nell’ambiente, ha dovuto lasciare il posto a molecole sintetiche più resistenti e, per questo motivo, anche più pericolose per la salute umana. Tuttavia, i moderni principi attivi non riescono comunque a superare l’effetto dilavante di una pioggia, costringendo a nuove irrorazioni e quindi gravi dispersioni di prodotto nell’ambiente. Inutile aggiungere che questi veleni possono poi finire facilmente sulla nostra tavola una volta entrati nella catena alimentare, ad esempio, tramite il miele prodotto da api contaminate.

Per sopperire all’unico limite del piretro, ossia la sua elevata alterabilità alla luce con conseguente perdita di potere disinfestante, iZanz lo nebulizza tutti i giorni, in quantità minima sufficiente affinché possa espletare efficacemente il suo effetto. Da qui, il motto “due minuti al giorno per una copertura completa” contro le zanzare.

Ma in cosa consiste esattamente questo nuovo sistema antizanzara? La semplicità di iZanz è un altro punto di forza di questo brevetto: esso infatti è costituito da una piccolissima centralina di controllo, alla quale si collega un sottile tubicino di 6 mm di diametro che percorrerà tutto il confine da proteggere. Lungo questa piccola condotta in gomma flessibile, che può facilmente correre sospesa su recinzioni esistenti, siepi o altre strutture di confine, sono posizionati gli ugelli nebulizzatori del piretro, distanziati fra loro di circa 4,5 metri. Qualora non fosse possibile appoggiarsi ad alcuna struttura, è possibile impiegare sottili bastoncini elevatori, i cosiddetti “risers”, che portano alla giusta altezza dal suolo gli ugelli. La centralina si occupa di inviare il prodotto a base di piretro lungo la condotta, due volte al giorno, in maniera completamente automatica.

Il perimetro delimitato dagli ugelli del sistema iZanz costituirà quindi di fatto una barriera impenetrabile per la zanzara, la quale non potrà quindi raggiungere lo spazio interno circoscritto senza prima entrare in contatto con il piretro nebulizzato. In questo modo è possibile proteggere un giardino di oltre 100 metri quadrati di superficie, senza rischiare di uccidere gli insetti utili come api e farfalle, poiché le erogazioni del piretro saranno impostate esclusivamente negli orari in cui questi preziosi insetti normalmente non volano (ad esempio all’alba e al tramonto). In virtù delle ridottissime dimensioni dei vari componenti di questo sistema antizanzara (risers, ugelli e condotta), una volta installato, l’intero impianto si integra perfettamente al proprio giardino, rendendosi praticamente invisibile.

Il sistema iZanz non emette alcun suono e sovente ci si dimentica di averlo, mentre lui, però, non smette mai di proteggerci contro le zanzare. iZanz svolge anche un’azione di contrasto su mosche e altri ditteri fastidiosi. Una volta installato questo innovativo kit antizanzara è possibile riscoprire il gusto di ritrovarsi in giardino e godere del piacere di stendersi sull’erba senza il timore di ritrovarsi poi con i ben noti ponfi da puntura. iZanz rappresenta quindi la soluzione ideale per ogni tipologia di abitazione e, con l’eventuale supporto tecnico dell’azienda Islands, può essere installato anche solo per isolare dalle zanzare un’area di verde temporaneamente, per esempio, per consentire ad una festa all’aperto di potersi svolgere serenamente. La semplicità costruttiva del kit rende iZanz estremamente agevole da montare e da rimuovere, senza lasciare traccia alcuna sul terreno.


Continue Reading

Zanzare in giardino e febbre dengue

Essere assaliti dalle zanzare in giardino non vuol dire essere contagiati dalla febbre Dengue. La probabilità è bassa. La febbre dengue, che è diffusa in tutte le zone tropicali e sub-tropicali, sta diffondendosi lentamente e in aree circoscritte anche nelle zone temperate in conseguenza dei flussi intercontinentali di persone che si spostano per motivi diversi e che veicolano, essendone portatori, uno dei quattro virus (recentemente pare che ne sia stato scoperto un quinto) che causano la febbre, detta anche spaccaossa a causa dei forti dolori ossei che provoca. L’infezione avviene mediante la puntura di una zanzara quando punge un essere umano, per esempio appunto esposto alle zanzare in giardino, successivamente ad avere  succhiato il sangue di un individuo portatore di uno dei quattro virus. Infatti la zanzara diviene a sua volta portatrice del virus e questa è l’unica modalità di contagio, poichè esso non avviene direttamente da uomo a uomo.

Le zanzare che possono veicolare i virus della febbre dengue sono in Italia due: la Aedes aegypti, che è poco diffusa, e la Aedes albopictus, che invece, importata negli anni novanta, è ormai diffusa in quasi tutte le aree dove trovano habitat favorevole questi insetti, anzi stanno superando come numero, e sicuramente come aggressività, le  nostrane classiche Culex pipiens, per le loro straordinarie capacità adattive. Questa sua diffusione, resistenza e flessibilità adattive e aggressività, le rende veicolo possibile di trasmissione della febbre dengue. Dovunque vi siano zanzare in giardino, o qualsiasi area verde, la presenza della zanzar tigre è maggioritaria.

La febbre dengue si manifesta dopo 5/6 giorni dalla inoculazione del virus. I sintomi sono febbre elevata, mal di testa, dolori oculari,l muscolari e articolari, nausea vomito, irritazioni cutanee. Nei bambini la malattia può essere oligosintomatica e passare per una banale influenza, fuori stagione però. Non esiste una terapia specifica, farmaci antifebbrili possono essere utili oltre a una abbondante assunzione di acqua per contrastare la disidratazione.dovuta all’eccesso di sudorazione.La guarigione avviene in un paio di settimane, lasciando un notevole stato di debolezza. In qualche caso si può verificare una febbre emorragica grave con possibilità di esito mortale. Chi ha già avuto la dengue è fornito di anticorpi solo per il virus chel’ha causata, non contro gli altri tre virus.

La miglior difesa è la prevenzione mettendo in atto i sistemi antizanzara più efficaci, per esempio difendendosi dalle zanzare in giardino con i sistemi a basso utilizzo di insetticida, preferibilmente naturale.

 

 


Continue Reading

Eliminazione zanzare con piretro naturale

Eliminazione zanzare 1 –  Non è un problema da poco per chi ha un bel giardino e non se lo può godere a causa dell’assalto delle zanzare. Il problema  non è solo di riuscire alla loro eliminazione, ma di riuscirvi senza creare alterazioni alla sicurezza ambientale. Da oltre cento anni il piretro naturale è stato usato come disinfestante e ancora oggi non si è trovata una alternativa altrettanto efficace e non inquinante. Il piretro è estratto dal fiore di una pianta della famiglia delle Asteracee, coltivata in alcuni paesi africani e in Tasmania. La pianta, che assomiglia ad una grande margherita, è il Tenacetum cinerariifolium. Contiene delle sostenze, sei esteri, che producono anche in basse concentrazioni malfunzionamento del sistema nervoso degli insetti come le zanzare, rendendole incapaci delle normali funzioni vitali come conseguenza di un disordinato funzionamento delle connessioni nervose, per cui la zanzara diviene incapace per esempio di volare, di utilizzare l’ossigeno dell’ambiente, per non dire di coordinarsi per pungere la vittima da cui ricavare il suo pasto di sangue necessrio alle femmine per la crescita delle uova. Il piretro ha anche un effetto di repulsione e allontanamento delle zanzare dall’area dove è stato distribuito perchè nelle pur minime quantità residuali è percepito dalle zanzare stesse, o dai pappataci, o anche dalle mosche, in quanto ne percepiscono gli effetti ridotti  sul loro sistema nervoso. Ciò le induce alla fuga per una reazione di evitamento del pericolo. Per la eliminazione zanzare il piretro naturale rimane la risorsa preferibile.

Eliminazione zanzare 2 – il secondo problema, come sopra accennato, è quello di eliminare le zanzare senza creare danno ambienmtale. Il piretro non è dannoso agli animali a sangue caldo. quindi non lo è agli umani. Il suo impiego è autorizzato sia in Europa che negli Stati Uniti anche nelle disinfestazione dielle derrate alimentari.  Questo per una delle sue caratteristiche che lo fanno preferire ai formulati sintetici, cioè la sua poca persistenza nell’ambiente, poichè la sua molecola si disgrega alla luce solare e all’aria. La principale conseguenza di questo è che il suo impiego non produce accumulo significativo nell’ambiente. diversamente dai preparati sintetici che hanno invece anche lo scopo di creare una rsistenza alla luce solare e all’aria. sedimentando nell’ambiente. Lo scopo ” eliminazione zanzare ” viene raggiiunto con dosi massiccie e persistenti utilizzate nelle tradizionali disinfestazioni.

Eliminazine zanzare 3.- Esistono recenti e innovativi sistemi di ” eliminazione zanzare ” che si avvalgono della efficacia e della poca persistenza nell’ambiente del piretro, impianti fissi di disnfestazione che ottengono con molto poco insetticida, due minuti al giorno di nebulizzazione, uno la mattina e uno la sera, un ottimo risultato di eliminazione zanzare. Ottengono molto con poco, ma con continuità.

 


Continue Reading

Eliminazione delle zanzare in giardino

La eliminazione delle zanzare per potere stare all’aria aperta senza dovere fuggire e rinchiudersi incasa, è diventata una esigenza impellente in molte aree d’Italia. La popolazione delle zanzare è indubbiamente cresciuta. L’esperienza diffusa e gli indicatori (dispositivi di cattura che rivelano il numero di presenze di questi insetti in un tempo dato) mostrano una diffusione e una densità molto più alta rispetto allo scorso 2014.

La eliminazione delle zanzare deve quindi fare i conti con questa crescita e per farlo occorre conoscerne i motivi. Le cause delle  fluttuazioni della popolazione degli insetti spesso sfuggono, In questo caso però una spiegazione c’è. La prima causa è la presenza ormai stanziale della zanzara tigre, la Aedes albopictus, che, immigrata dall’Asia, sta occupando aree sempre più vaste delle pianure e anche delle zone collinari, a causa della incredibile capacità di adattarsi ad ambienti diversi, dimostrata per esempio dalla resisitenza delle sue uova e delle sue larve in ambientazioni ostili, come scarsa umidità, acque non pulite, La zanzara tigre può deporre uova capaci di sopravvivere in condizioni avverse dove non può deporle la zanzara, diciamo classicamente nostrana (ai tempi di Dante le zanzare erano molto probabilmente sopratutto culex pipiens, a giudicare da quanto eglli ne dice, e così era nel XVII° secolo). Con la crescita tendenziale della temperatura degli ultimi anni, e questa è la secinda causa, l’ambiente è divenuto più favorevole alla zanzara tigre di quanto non lo sia ad altre specie di zanzare. La eliminazione delle zanzare, in questo caso, deve fare i conti con la sua flessibilità adattativa che la rende meno vulnerabile ai consueti mezzi di disnfestazione,   Per esempio, i preparati antilarvali da porre nei sottovasi, o i pesci che si nutrono di larve di zanzara da mettere nelle vasche dei giardini (mai in acque comunicanti con acque libere!) sono inutilizzabili contro le larve nate da uova deposte in luoghi umidi in attesa della pioggia e dell’innalzamento del livello dell’acqua  nei bacini o del formarsi semplicemente di pozze d’acqua casuali. Sono mezzi utili, ma inadeguati ormai per la eliminazione delle zanzare in un ambiente circoscritto come il giardino di casa.

La eliminazione delle zanzare, in particolare delle zanzare tigre, ma anche di altre specie come la Aedes aegypti o l’Ochlerotatus caspius, richiede dunque nuovi mezzi per potervi fare fronte: una difesa contro le zanzare adulte che sia efficace e con molto basso impatto ambientale. Questo è possibile con una niuova tecnologia.


Continue Reading

Disinfestazione zanzare subito

Disinfestazione zanzare. Due parole che dicono l’urgenza di liberarsi dal tormento delle zanzare nel proprio giardino. Cliccate sopra  su  iZanz  oppure andate su    www.izanz.com     o anche      www.izanz.it      per sapere  subito  come fare.

Oppure continuate a leggere qui per essere informati sulle differenze tra le disinfestazioni comuni e la nuova disinfestazione zanzare che riesce a liberare i giardini e anche le case cui i giardini appartengono dall’assalto di questi insetti. Noi usiamo l’espressione sintetica “disinfestazione zanzare” per esprimere questa novità. E’ un’etichetta del nuovo. Le comuni disinfestazioni contro le zanzare le eliminano provvisoriamente per poco tempo, innettendo nell’ambiente forti quantità di insetticida, preferibilmente sintetico perchè dura di più, senza riuscire a mantenere l’ambiente libero da zanzare se non al costo di ripetuti interventi con forte impatto ambientale.

Disinfestazione zanzare è basata su un principio totalemente diverso: elimina o allontana le zanzare che pretendono di entrare nell’area protetta. Usando pochissimo insetticida naturale. Noi consigliamo il piretro naturale estratto da un fiore, un’Asteracea che assomiglia a una grande margherita, Pochissimo piretro che si distrugge alla luce del sole in mezza giornata senza residualità. Per due minuti al giorno, uno la mattina  euno la sera. Acqua e piretro all’1 % nebulizzate per un minuto difendono il giardino per circa 12 ore, Successivamente entra in funzione per un altro minuto la nuova “disinfestazione zanzare”.

Come accade ciò? Prima abbiamo detto che l’acqua e il piretro vengono nebulizzate. Infatti il sistema “disinfestazione zanzare” crea una barriera ai confini del giardino dove ugelli con un piccolo foro, 0,3 mm, alla pressione di 18 bar emettono una nebbia sottile, molto leggera che si diffonde nell’ambiente e soprattutto ai suoi margini. Solo una nebbia così leggera può diffondere la soluzione di acqua e piretro in modo omogeneo da creare una barriera antizanzare.  Per due minuti al giorno: pochissimo insetticida e, continuità: questo è il principio efficace su cui si basa “disinfestazione zanzare”..

 

 

 

 


Continue Reading

disinfestazione zanzare in giardino

La disinfestazione zanzare in giardino ha compiuto un deciso progresso tecnico nella difesa delle aree verdi attorno alle case, l’idea di creare una barriera difensiva attorno al giardino, alla piscina, alle zone aperte da vivere vicino alla casa è stata vincente.

PER AVERE SUBITO UNA IDEA DI COME FUNZIONA CLICCA IN ALTO SUL TASTO  – IZANZ –

I sistemi correnti di disinfestazione zanzare intervengono quando questi insetti si sono già insediati nel giardino, nel prato, nelle siepi attorno,  Sono interventi per sopprimere le zanzare con massicce dosi di insetticida, destinate a durare al massimo un paio di settimane, Oppure si tratta insetticidi a combustione immessi nell’ambiente al momento della necessità poco efficaci e anch’essi con cospicuo impatto ambientale nell’area interessata. O anche simulatori di emissioni umane allo scopo di catturare gli insetti e che operano come attrattori di zanzare.

I sistemi fissi di disinfestazione zanzare iZanz sono invece sistemi IN-OUT: ciò significa che le zanzare presenti nelle aree verdi confinanti, nei giardini vicini non possono entrare nella zona protetta. Le zanzare di qualsiasi tipo vengono eliminate o rspinte, non possono superare la barriera di disnfestazione zanzare di Izanz. Questa è costituita da una linea collocata al perimetro della zona da proteggere: un tubo sottile lungo il quale vengono collocati ugelli nebulizzatori distanziati tra loro di 4,5 metri. Ogni ugello nebulizza 0,4 millilitri di piretro per un miuto, due volte al giorno,  Come funziona?

Il sistema IN-OUT di iZanz è un sistema di disinfestazione zanzare che ottiene molto con molto poco. Sfrutta le caratteristiche biologico-comportamentali delle zanzare e utilizza una minima quantità di piretro naturale per un minuto al mattino e per un minuto la sera,  soltanto. Un impianto iZanz medio consuma solo 16 millilitri di piretro al giorno. Però con continuità. Invece di impiegare dosi massicce di insetticida gli impianti iZanz impiegano pocchissimo insetticida naturale, due volte al giorno per un minuto costantemente. Perchè si consiglia l’impiego di piretro naturale? Il piretro è estratto da un fiore della famiglia delle Asteracee, è molto efficace contro le zanzare ed ha la cartteristica di degradarsi alla luce solare e all’aria in poco tempo, all’incirca in dieci ore, non lasciando nell’ambienta residualità. Ma quando l’efficacia del piretro è finita entra in funzione per un minuto la successiva nebulizzazione che ricrea la barriera antizanzare. Per una efficaca disinfestazione zanzare basta una soluzione a bassa percentuale di piretro  (1%), nebulizzata due volte al giorno da un impianto iZanz. iZanz è un impianto destinato a durare molti anni.

Disinfestazione zanzare in giardino


Continue Reading

Disinfestazione zanzare nel giardino

Disinfestazione zanzare nel giardino è realmente possibile ed efficace con l’impiego delle nostre conoscenze sulle zanzare e la loro biologia.

PER SAPERNE DI PIU’ SUBITO CLICCA IN ALTO SUL TASTO  – IZANZ – 

Per ottenere una completa disinfestazione zanzare nel giardino  bisogna conoscere le “abitudini” delle zanzare per poter bloccare la loro attività, in modo che il loro comportamento biologico divienga impossibile. Per adesso non hanno applicazione pratica gli interessanti risultati dell’ingegneria genetica che rendono i maschi sterili, o le femmine incapaci di volare,

La disinfestazione  zanzare nel giardino fa uso delle ormai continue ricerche scientifiche data la pericolosità di questi insetti, trasmettitori di malattie come malaria, dengue, West Nile Fever,  ed essendo responsabili della inoculazioe delle larve che provocano la leishmaniosi e la filariosi nei cani. Disinfestazione zanzare nel giardino è quindi una esigenza di difesa preventiva anche contro l’ormai assillante assalto da parte della zanzara tigre, l’Aedes albopictus, che ormai sta diventando comune in tutte le zone pianeggianti o collinari d’Italia, e degli altri tipi di zanzare. Reazioni allergiche alle punture di questi insetti stanno diventando sempre più numerose così da rendere veramente utile, o anche necessaria, una efficace disinfestazione zanzare nel giardino.

Il più avanzato efficace sistema di protezione dei giardini e delle abitazioni attinenti è quello, recente come ideazione, di circoscrivere l’area verde che si vuole proteggere con un circuito di ugelli nebulizzatori distanti circa quattro metri e mezzo l’uno dall’altro e collegati da un sottile tubo di 1/4 di pollice. Il circuito è alimentato da una pompa che spinge una soluzione di acqua e insetticida a bassa percentuale (1%) per due soli minuti al giorno, uno la mattina e uno la sera. Questa  disinfestazione zanzare in giardino è sufficiente a rendere il giardino sempre libero  da zanzare. L’impiego di piretro naturale che non è residuale nell’ambiente rende questo sistema unico nella efficacia e nel rispetto ambientale.

Il segreto è pochissimo insetticida, ma costantemente due volte al giorno, senza residuo nell’ambiente.


Continue Reading

Disinfestazione zanzare tigre

La disinfestazione zanzare tigre costituisce un problema sempre più difficile da risolvere. L’Aedes albopictus si sta diffondendo in tutto il mondo anche a spese di altre specie di zanzare.

PRIMA DI PROSEGUIRE PER SAPERE SUBITO COME SI FA A LIBERARE I GIARDINI DALLE TIGRI CLICCA IN ALTO SUL TASTO  IZANZ

L’Aedes albopictus, la zanzara tigre appunto, ha una storia di adattamento e sopravvivenza uniche. Si è separata dallo stesso ceppo evolutivo delle comuni mosche domestiche circa duecento milioni di anni fa. Il suo ronzio, tra i quattrocento e i settecento battiti di ali al secondo, dall’Asia sudorientale, da cui origina, imperversa in Europa, negli Stati Uniti, in Australia. La disinfestazione zanzare tigre è ostacolata dalla sua flessibilità adattiva. La zanzara tigre viaggia in aereo o in nave facendosi trasportare per i continenti. La sua diffusione è dovuta ad una straordinaria capacità adattiva anche in risposta a forti variazioni delle condizioni ambiemntali. La disinfestazione zanzare tigre è un combattimento contro una zanzara che ha resistito vittoriosamente alla ultima grande glaciazione pleistocenica, ha sfruttato l’emergere di terre basse, causato dal ritrarsi dei mari provocato dalle formazioni glaciali nel sud est asiatico, la ampia area conosciuta come Sundaland, carattarizzata da una variertà di habitat cui l’Aedes albopictus si adattò con grande flessibilità. Si espanse vigorosamente alla fine della Grande Glaciazione ininterrottamente in Asia in Australia, nell’occidente artico, Oggi, nonostante la disinfestazione che viene fatta continua la sua avanzata favorita dalla capacità delle sue uova di resistere in ambienti semplicemente umidi, in attesa di un poco d’acqua anche per mesi e anche in presenza di climi avversi; dalle risorse delle larve che si adattano a acque sporche ed a scarsità di cibo anche per mesi; dalla costante attività delle femmine adulte alla ricerca del pasto di sangue durante larga parte del giorno, invece di limitarsi come altre specie alle ore serali o al primo mattino. Quale disinfestazione  può essere veramente efficace contro la Aedes albopictus, zanzara tigre un esempio straordinario di capacità di adattamento a climi e ambienti diversi? La disinfestazione zanzare tigre sta in un uso attento di insetticidi adeguati e non inquinanti, in una consapevole gestione dell’ambiente, gli impianti fissi di nebulizzazione ne sono un esempio. Non dimenticando che nella disinfestazione  contro la zanzara tigre si vincono le battaglie locali, nel proprio giardino per esempio, ma non la guerra. Però nel proprio giardino una difesa è possibile con l’evoluzione tecnologica e rispettosa dell’ambiente che è propria degli impianti fissi di disinfestazione zanzare iZanz.


Continue Reading

Disinfestazione zanzare con iZanz

Disinfestazione zanzare con iZanz in  giardino.

iZanz forma una barriera difensiva che elimina le zanzare e altri fastidiosi insetti dal vostro giardino. Disinfestazione zanzare con iZanz si può fare con quasi nullo impatto ambientale. Usando piretro naturale che è fotolabile:alla luce solare la sua molecola decade e la sua residualità nell’ambiente è quasi nulla dopo nove, dieci ore. Oppure esposto allla umidità notturna. Insomma il piretro, estratto dal fiore del Chrisathemum cinerariaefolium, è un insetticida che scompare. Ha un’ottima potenza abbattente contro le zanzare ma dura poco. Questo che può essere un difetto diventa un pregio se saputo usare. Disinfestazione zanzare con izanz ne è una dimostrazione.

Clicca sul sito qui sopra o vai ai siti www.izanz.com oppure www.izanz.it

Disinfestazione zanzare con iZanz impianto fisso è ottenuta in modo ottimale sfruttando questa caratteristica del piretro. Basta introdurne pochissimo nell’area da proteggere quando ogni volta che perde efficacia. Gli impianti fissi antizanzare iZanz sono basati proprio su questo principio: pochissimo insetticida costantemente, con irrilevante residualità nell’ambiente. La novità consiste nel impedire l’accesso delle zanzare, anche tigri, nel giardino, nell’area dove si cena all’aperto, dove è situata una piscina, o dovunque si vuole stare a godersi il proprio giardino senza essere perseguitati spietatamente dalle zanzare. Non si fa una semplice disinfestazione zanzare con iZanz, ma si previene, si impedisce il loro ingresso nell’area difesa. O  vengono eliminate o respinte dalla barriera  difensiva installata ai margini dell’area verde che si vuole proteggere.

E’ sufficiente un minuto alla mattina e un minuto alla sera di attivazione del sistema perchè la disinfestazione zanzare con iZanz sia del tutto efficace. Questo senza l’impatto ambientale che i consueti sistemi di disinfestazione zanzare hanno inevitabilmente a causa dell’impiego abbondante di insetticidi sintetici e con questo tuttavia non riuscendo ad eliminare le zanzare che, scacciate o momentanemente eliminate, inplacabilmente ritornano. Allora in sintesi cos’è iZanz ? E’ un sistema automatizzato che racchiude in un circuito pressoché invisibile l’area da proteggere e con due minuti di nebulizzazione al giorno di soluzione di acqua e piretro all’1% la mantiene libera da zanzare. Il massimo con pochissimo. Questo è il nucleo ideativo del sistema di disinfestazione zanzare con iZanz: pochissima quantità di insetticida e continuità di azione..

Disinfestazione zanzare con iZanz


Continue Reading

Eliminazione zanzare oggi

Eliminazione zanzare oggi corrisponde al progresso delle conoscenze scientifiche: in entomologia e in tecnologia.

Clicca sopra per vedere in pratica come, o vai ai nostri siti  www.izanz.com   o    www.izanz.it

La eliminazione zanzare oggi ha raggiunto livelli di sofisticazione impensabili anche pochi anni fa. Soprattutto l’ingegneria genetica ha conseguito risultati sorprendenti. Per esempio modificando geneticamente i maschi di zanzara rendendoli sterili così che sia inibita la riproduzione. Oppure alterando elementi della sequenza genetica in modo che le zanzare femmine siano incapaci di volare, con ciò destinandole a rapidamente morire non appena dalla pupa esce l’individuo adulto.  Oppure anche modificando i ricettori sensoriali così da inibire o rendere confusa la percezione degli elementi che fanno da guida alla zanzara femmina per individuare la vittima da cui trarre il pasto di sangue, emissioni di anidride carbonica, presenza di acido lattico, calore, ecc.

La eliminazione zanzare oggi è dunque estremamente raffinata, non invasiva dell’ambiente. Ma vi sono degli inconvenienti che rendono queste straordinarie applicazioni della scienza alla tecnologia. Gli esperimenti condotti sono stati sempre coronati da successo perchè attuati in ambienti sperimentali limitati. Per esempio in speciali gabbie contenenti le zanzare, dove si è constatato che dopo una serie di generazioni questi insetti si estinguevano. Il problema sta proprio nei limiti dovuti alla necessaria  delimitazione spaziale della sperimentalità.

La eliminazione zanzare oggi è una non facile impresa da condurre sul campo in condizioni diverse da quelle sperimentali. Intanto si pensi al numero, grandissimo delle zanzare in un ambiente ad esse favorevole: occorrerebbero grandi quantità di insetti geneticamente modificati per ottenere qualche risultato. Il numero delle zanzare può essere calcolato per campioni che sono sempre ingannevoli. Si tratta di milioni nelle aree favorevoli, alimentati dalle riproduzioni quindicinali nelle stagioni favorevoli, o durante tutto nelle zone tropicali e subtropicali. Per quanto numerosi siano i lanci di individui geneticamente modificati essi sarebbero sempre una infima percentuale.

La eliminazione zanzare oggi sarebbe effettivamente possibile se gli individui geneticamente modificati non fossero in concorrenza con individui normali Non vi è motivo di pensare che la replicazione degli individui modificati alla fine superi quella degli individui normali fino a decisamente sopraffarla.


Continue Reading