Le buone abitudini per prevenire la riproduzione delle zanzare in giardino

Godersi una splendida giornata all’aria aperta, magari in compagnia dei propri familiari o amici è un lusso che merita di essere vissuto fino in fondo, un piccolo break da vivere in serenità, senza nessun tipo di disturbo causato da piccoli e fastidiosi insetti e zanzare. Si perché proprio nel momento in cui vorresti rilassarti o […]

Godersi una splendida giornata all’aria aperta, magari in compagnia dei propri familiari o amici è un lusso che merita di essere vissuto fino in fondo, un piccolo break da vivere in serenità, senza nessun tipo di disturbo causato da piccoli e fastidiosi insetti e zanzare.

Si perché proprio nel momento in cui vorresti rilassarti o gustarti un buon pasto in terrazzo arrivano puntuali le zanzare a rovinare quei gioiosi istanti. Esse avvertono il loro inesorabile arrivo con quel costante ronzio di sottofondo e poi neanche il tempo di accorgersi della loro presenza che già hanno pizzicato!

In commercio ci sono differenti prodotti che promettono soluzioni definitive contro l’invasione degli insetti ma in pratica, nessuno di essi è realmente efficace, tutti avranno sperimentato almeno una volta nella vita, l’uso di zampironi, trappole o insetticidi istantanei, i quali emanano oltre a cattivi e pesanti odori anche sostanze non del tutto positive per le persone che vi sono vicine, per non parlare degli scarsi se non inutili risultati apportati.

In seguito ad una serie di ricerche ed esperienze sul campo si è trovata una, e certamente la più efficace, soluzione contro l’infestazione da zanzare e pappataci: il metodo iZanz, un sistema a nebulizzazione che crea una vera e propria barriera protettiva lungo il perimetro del giardino. Il sistema è risultato decisamente efficace contro ogni specie di zanzara, da quelle come le Culex, che sono attive maggiormente la sera o anche la notte, alle Anopheles aegypti e le Anopheles albopictus (ormai ben note come zanzare tigre), che oltre ad essere molto aggressive possono essere portatrici di malattie come la Chikungunya (si sono verificati focolai in Italia) o di malattie da parassiti, come la filariosi.

La zanzare Culex, che può trasmettere dei virus

La zanzare Culex, che potrebbe trasmettere dei virus all’uomo

La prevenzione è una fase molto utile per evitare che le zanzare si insediano nel nostro angolo verde, è quindi utile evitare la formazione di ristagni di acqua, per esempio nei sottovasi o in recipienti per l’irrigazione, pozzetti di scolo o raccolta delle acque piovane. Questo tipo di prevenzione però non è sufficiente a risolvere il problema dell’arrivo e  della presenza di zanzare nel nostro giardino.

Per impedire l’insediamento delle zanzare in giardino occorre un sistema efficace: di difesa, come quello sopra citato iZanz. Esso crea una  protezione efficace al perimetro e quindi anche all’interno dell’area da proteggere.

Nebulizzando una soluzione composta da acqua e piretro all’1%, per due minuti al giorno, una volta all’alba e una al tramonto, rende l’area verde inaccessibile alle zanzare. Il dispositivo iZanz è formato da una centralina collegata a ugelli disposti lungo il perimetro del territorio da proteggere, il sistema viene azionato automaticamente. La loro presenza è quasi impercettibile, si confondono con il  verde, aspetto importante dal punto di vista estetico. Gli impianti iZanz sono funzionali a ristoranti all’aperto,  aree con piscina, zone verdi di ville, alberghi, agriturismo.

Gli impianti iZanz agiscono mediante una  protezione costante e continua con bassissime percentuali di insetticida che nel caso del piretro non hanno residualità nell’ambiente. E’ un sistema quindi amico dell’ambiente

Un esempio di centralina iZanz

Un esempio di centralina iZanz