Un giro del mondo a caccia di monumenti alla zanzara - iZanz

Sarà per esorcizzare la sua presenza, ma persino la zanzara ha saputo diventatare fonte di ispirazione per numerosi monumenti sparsi in tutto il mondo che ne “celebrano” le gesta e la capacità di infastidire le persone.  

In un post vi avevamo mostrato l’immagine della statua gigante dedicata alla zanzara dalla cittadina canadese di Komarno per commemorare le origini del proprio nome (in ucraino “komarno” vuol dire proprio zanzara). La scultura, in realtà, è una grande banderuola segnavento con una base che ruota e una larghezza delle ali di oltre quattro metri che non passa di certo inosservata… ma non è sicuramente l’unica opera d’arte ispirata a questo insetto.

Monumenti e sculture in Italia

Come tutti sappiamo bene, nel nostro Paese le zanzare non mancano e, soprattutto nelle zone della pianura padana in cui si coltiva il riso, questi insetti sono una realtà con cui fare i conti ogni giorno durante i mesi estivi. Giovanni Tamburelli è un artista versatile e al mondo naturale ha dedicato buona parte delle proprie opere a partire dalle prime sculture con pesci e rane a cui si è aggiunta una serie in cui a essere protagonisti sono gli insetti tra cui le zanzare.

Amico dello scrittore vincitore del premio Strega Sebastiano Vassalli, l’artista ha realizzato per lui una statua gigante da posizionare nel cortile della sua cascina che è stata particolarmente apprezzata. Proprio Vassalli, infatti, ha proposto ai sindaci della zona di installare al centro delle rotonde una serie di monumenti in bronzo a forma di zanzara, realizzati dallo scultore per esorcizzare con ironia la presenza del molesto insetto che, nonostante gli sforzi per eliminarlo, da sempre condivide il territorio con gli esseri umani.

Anche a Gravellona Lomellina (PV), altro territorio in cui le coltivazioni di riso attraggono in maniera irresistibile le zanzare, è presente una divertente scultura in ferro realizzata da Salvatore Fiori e che rappresenta in maniera stilizzata l’insetto. Un’altra zanzara gigante si trova a San Zenone al Po (PV) ed è opera di Vittorio Francalanza.

Le statue di zanzara nel resto del mondo

Le zanzare sono un compagno costante per molte zone d’Europa e nel sud della Polonia, ad esempio, troviamo una grande statua con la curiosa forma stilizzata dell’insetto nel parco Slaski a Chorzów. A Briollay, nella regione della Maine-et-Loire in Francia, il sindaco è andato oltre con un mandato d’arresto per le zanzare che cercano di entrare nel piccolo paese e un artista locale ha proposto una scultura realizzata a partire da materiali di recupero che rappresenta l’insetto in un modo un po’ inquietante. Vale la pena dire che nel comune sono stati installati anche alcuni curiosi aspiratori di zanzare che grazie al rilascio di ferormoni attirano gli insetti per risucchiarli verso un contenitore interno dal quale non potranno più uscire a fare danni.

Ispirato a una varietà locale di zanzara tipica dell’Australia è Ossie the Mossie, l’insetto gigante a cui è stata dedicata una scultura nella cittadina di Hexham da cui la specie prende il proprio nome. E, finalmente, facciamo di nuovo rotta verso il Canada da cui il nostro viaggio alla ricerca delle statue dedicate alle zanzare era iniziato, per portarvi questa volta a Yellowknife, nei Territori del Nord Ovest, dove troviamo un’altra scultura dedicata all’insetto, sgradita presenza in un paesaggio così pieno di bellezza selvaggia.

Torniamo in Italia adesso, questa volta per fare un monumento all’impianto antizanzare iZanz che elimina questi fastidiosi insetti in maniera praticamente invisibile attraverso una serie di ugelli pensati per nebulizzare due volte al giorno di una minima quantità di insetticida diluito in acqua (1% insetticida – 99% acqua), lungo il perimetro che desiderate proteggere e che vi permetterà di tornare a godervi il vostro giardino.