Da dove viene la zanzara e come proteggersi - iZanz

La zanzara tigre è arrivata in Italia negli anni ’90, a Genova, su navi che trasportavano pneumatici usati. Per quanto il suo habitat originario siano le foreste pluviali dell’Asia orientale ha trovato un insospettabile ambiente favorevole nel nostro paese, invadendone aree sempre maggiori in competizione vincente con le zanzare stanziali. Il suo nome scientifico è Aedes albopictus, quello comune, Tigre, è meritato non solo per le striature nere e bianche del corpo e delle zampe, ma anche per la aggressività che la distingue. La sua adattabilità ad ambienti diversi e la resistenza delle uova e delle larve in condizioni avverse è superiore a quella delle altre zanzare. Una spiegazione di ciò è data dalla maggiore complessità del DNA di questa specie che le consente di sviluppare adattamenti impossibili ad altre.

Per esempio le uova possono essere deposte in luoghi anche solo ombrosi e umidi, non soltanto in acque ferme come per le altre zanzare, in attesa della pioggia; le larve che escono dalle uova possono resistere a temperature basse e a scarsezza di cibo. Insomma in tutte le fasi del loro ciclo vitale (uovo, larva, pupa e adulto) sono incredibilmente adattabili e resistenti. I maschi di zanzara tigre si accoppiano con femmine di altre specie producendo in loro sterilità, mentre i maschi di altre specie di zanzara non si accoppiano con femmine Tigre. Insomma attualmente è il tipo di  zanzara prevalente in quasi tutto il territorio italiano.

Le zanzare femmina pungono per procurarsi il sangue e quindi le proteine necessarie per l’ovulazione. Le femmine della Aedes albopictus sono attive in orari del giorno variabili ed ampi, rifuggono l’esposizione alla calura solare estiva, ma possono essere attive in qualsiasi ora del giorno nelle zone ombrose e più fresche, succhiando ad ogni puntura circa due/tre milligrammi di sangue al malcapitato umano disponibile. Pungono anche animali e uccelli e questo aumenta la possibilità di trasmissione di malattie infettive o parassitarie.

Foresta asiatica

L’habitat originale e ideale della zanzara. Da qui si è diffusa in tutto pianeta.

La puntura di zanzara infatti non è sempre innocua e in alcuni casi può essere veicolo di malattie, come la chikungunya (una malattia tropicale con focolai anche in Italia e con sintomi simili a quelli di una grave influenza, qualche volta mortale), la dirofilariosi, malattia parassitaria che colpisce il cane ma anche l’uomo, la febbre dell’alto Nilo. Le autorità sanitarie italiane infatti hanno emanato direttive allo scopo di mantenere un elevato  livello di attenzione sul verificarsi di questi contagi.

Quando vedete, o più che altro sentite queste zanzare sulla vostra pelle, sappiate che non sono troppo distanti dal punto in cui esse si trovano poiché il loro raggio d’azione è di 400/500 metri quadrati da dove sono nate: questa loro scarsa mobilità è un loro punto debole perché rende possibile la disinfestazione selettiva per zone infestate, evitando di diffondere insetticidi in aree dove ciò non è richiesto. Il loro territorio è  abbastanza limitato.

Chikungunya

Sintomi di infezione da infezione da chikunngunya

Come proteggersi dalla zanzara tigre? Per far sì che la zanzara tigre venga debellata è fondamentale l’intervento del singolo cittadino ovvero la disinfestazione del proprio giardino e quindi la protezione delle abitazioni pertinenti. Esiste un sistema brevettato,,iZanz,, che consiglio poiché funziona davvero e risolve il problema a lungo termine eliminando le zanzare dal perimetro dell’abitazione anche se le abitazioni adiacenti sono infestate.

iZanz ve lo consiglio perché è rispettoso dell’ambiente, infatti utilizza bassissime dosi di insetticida naturale, il piretro, riducendo il ricorso a piretroidi di sintesi solo in casi di imponente infestazione e sempre con dosi minimali di insetticida.. E’ un sistema automatizzato: una centralina in acciaio , secondo il programma voluto, immette in un crcuito l’insetticida per un minuto due volta al giorno nebulizzandolo al perimetro del giardino. E’ garantito perché è Made in Italy.
Insomma, proteggersi efficacemente dalla zanzara tigre oggi si può.

Infezione da morsi di zanzara

Infezione da morsi di zanzara