Disinfestazione zanzare a Torino - iZanz

A questo scopo a Torino sono state censite le specie dizanzare, ve ne sono 12 delle oltre sessanta presenti nella fauna italiana. L’infestazione del territorio tuttavia è caratterizzata dalla presenza di poche specie prevalenti, ed in particolare da una netta dominanza di Culex pipiens, una zanzara tipicamente legata all’uomo e ai suoi ambienti, che da sola compone oltre l’80% delle popolazioni presenti in ambiente urbano, contrariamente a quanto accade in altre aree dove la prevalenza è della Aedes albopictus, ponendo problemi diversi di disinfestazione zanzare.

Disinfestazione zanzare a Torino grafico composizione

* i grafici riportano i dati relativi alle sole specie repertabili con i sistemi di monitoraggio utilizzati.

Negli ultimi dieci anni le popolazioni di zanzare infestanti il territorio cittadino hanno subito un considerevole decremento, particolarmente evidente soprattutto per le specie più diffuse e maggiormente responsabili della molestia (genere Culex ).
Una prima significativa riduzione numerica delle popolazioni alate si è registrata nel 2001, anno in cui è stato avviato da Comune di Torino il programma di trattamenti mirati, predisposto sulla base dello studio territoriale realizzato nel 2000. Nelle stagioni successive quindi, il livello delle infestazioni è stato costantemente mantenuto a livelli inferiori di oltre il 70% rispetto a quelli registrati prima dell’avvio dei trattamenti. Dal successivo grafico si vede che nel 2007 i valori medi delle catture per notte della rete di monitoraggio hanno fatto registrare il minimo storico e, in particolare, una significativa riduzione di una delle specie maggiormente moleste sul territorio: Ochlerotatus caspius.

Disinfestazione zanzare a Torino Grafico differenze percentuali

Caratteristiche delle zanzare presenti a Torino

Culex pipiens

zanzara culex pipiens

È una zanzara di piccole dimensioni (6-8 mm di lunghezza), punge prevalentemente al crepuscolo o nelle ore serali, introducendosi spesso anche all’interno delle abitazioni e risultando pertanto particolarmente fastidiosa.
Si riproduce esclusivamente durante la stagione calda ma durante l’inverno è possibile vederne molti adulti all’interno delle case dove svernano, senza pungere, fino alla primavera successiva.
Data l’abbondanza di focolai proliferativi (attivi o potenziali) tipica degli ambienti urbani, Culex pipiens è attualmente la specie più abbondante nella composizione complessiva delle popolazioni di zanzare di Torino (più dell’80%). Disinfestazione zanzare comune.

Culex Modestus-3

Culex Modestus
Culex modestus
È una zanzara di dimensioni molto piccole (4-6 mm), che punge prevalentemente nelle ore crepuscolari e in ambienti aperti, dove, se numerosa, può risultare notevolmente molesta. Le sue larve si sviluppano generalmente in acque stagnanti piuttosto pulite, ricche di vegetazione acquatica (macrofite e alghe). Date le sue caratteristiche ecologiche, questa specie è scarsamente presente nelle popolazioni di zanzare cittadine (circa 1%).Disinfestazione zanzare non differente.

Ochlerotatus caspius
È una zanzara di medie dimensioni, poco più grande della comune Culex pipiens, da cui si distingue anche per il colore bruno chiaro, quasi grigio, dovuto all’abbondanza di scaglie biancastre che, sull’addome, formano un caratteristico disegno (Fig. 15) .

Ochlerotatus caspius-2

Fig. 15

Le zampe presentano una striatura chiara (Fig. 16). Questa zanzara è attualmente nella nostra regione una delle più moleste in assoluto, soprattutto per le sue peculiarità.
A differenza di molte altre zanzare infatti le femmine di Ochlerotatus caspius sono attive e pungono anche nelle ore diurne. l’ Ochlerotatus caspius depone le uova sul terreno asciutto o appena umido. Qui possono attendere anche per molti mesi prima di schiudersi e liberare le larve. La schiusa viene indotta da una successiva sommersione dell’uovo sufficientemente duratura (generalmente conseguente all’accumulo sul terreno di acqua piovana o di acqua derivante da esondazioni). Lo sviluppo larvale può richiedere circa due settimane nei periodi primaverili più freddi, ma può anche 4-5 giorni durante i mesi più caldi, in cui si concentra la disinfestazione zanzare

Zampe di Ochlerotatus caspius

Fig. 16

Le adulte sono molto possono sopravvivere per l’intera stagione estiva. Sono ottimi volatori. Le femmine possono allontanarsi per oltre 20 Km dai luoghi di sviluppo larvale.Per questo singolare insieme di caratteristiche Ochlerotatus caspius si rivela una specie non solamente tra le più moleste, ma anche di più difficile controllo all’atto della disnfestazione zanzare. Le popolazioni alate nell’area torinese di Ochlerotatus caspius sono tuttavia ampiamente composte anche da individui migranti dalle principali aree riproduttive extracomunali (colture agricole irrigue in generale e risicole in particolare). Per questa specie purtroppo si sta osservando da alcuni anni, a livello regionale, così come sul territorio torinese in particolare, un considerevole trend incrementale. E’ stato registrato un progressivo per quanto incostante incremento numerico che l’ha portata a costituire mediamente circa il 16% delle popolazioni infestanti. Opportuno il controllo mediante disinfestazione zanzare.

Aedes vexans

Fig. 17

Aedes vexans
È una zanzara di medie dimensioni, simile a Ochlerotatus caspius da cui si distingue per un colore uniformemente più scuro, ma soprattutto per un differente e caratteristico disegno formato dalle scaglie chiare dell’addome (Fig. 17) .
Si tratta di una zanzara molto molesta, con caratteristiche molto simili a quelle di Ochlerotatus caspius, dalla quale differisce soprattutto per un’attività prevalentemente crepuscolare e notturna e per una preferenza dei luoghi più ombreggiati e con maggiore copertura arborea.
Similmente a Ochlerotatus caspius, anche le femmine di Aedes vexans sono longeve e possono allontanarsi in volo per parecchi chilometri dai siti di sviluppo larvale. Questo crea problemi di disinfestazione zanzare.
Come per Ochlerotatus caspius, anche per Aedes vexans lo sviluppo larvale può richiedere circa due settimane nei periodi primaverili più freddi, ma può esaurirsi in 4-5 giorni durante i mesi più caldi dell’estate.
Date queste caratteristiche Aedes vexans è certamente da considerarsi una specie tra le più moleste. e richiede senz’altro interventii di disinfestazione zanzare

Ochlerotatus geniculatus

Ochlerotatus geniculatus
È una zanzara di grandi dimensioni (7-10 mm), ben riconoscibile per il colore molto scuro (nero), sul quale spiccano caratteristici disegni bianchi dell’addome. Le zampe non hanno striature chiare e il loro colore è pressoché uniformemente nero.
Questa zanzara, scarsamente rappresentata nelle popolazioni cittadine, è presente solamente nelle aree verdi con maggior copertura arborea, più fresche e ombreggiate (Giardini Reali, Parco Valentino, Parco Pellerina, aree boschive pre-collinari e collinari in genere).
Le femmine, attive prevalentemente nelle ore crepuscolari, possono tuttavia pungere anche durante il giorno.
La biologia di questa specie è piuttosto particolare, soprattutto per quanto concerne lo sviluppo larvale. Le uova infatti vengono deposte all’asciutto, all’interno delle cavità degli alberi o in anfratti similari, all’ombra dei boschi, dove possano essere successivamente sommerse dall’accumulo delle acque piovane.Disinfestazione zanzare mediante controllo larvicida è di conseguenza di difficile esecuzione. Questa zanzare si riproduce con una o due generazioni all’anno. Alla fine dell’estate tutti gli adulti di norma muoiono e le ultime uova deposte costituiscono la fase svernante e resistente dell’insetto che sfugge a iniziative di disinfestazione zanzare.

Ochlerotatus berlandi.
Specie dalle caratteristiche analoghe a quelle di Ochlerotatus geniculatus, anche se molto più rara a Torino.
Questa zanzara, per il momento rinvenuta solamente presso i Giardini Reali, il Parco del Valentino e nelle adiacenze del Parco Colletta, contribuisce mediamente per lo 0,05% alla composizione delle popolazioni infestanti e va quindi considerata come elemento di scarsissima molestia per la cittadinanza e pertanto la disinfestazione zanzare può non essere ad essa direttamente rivolta.

Anopheles maculipennis-2

Anopheles maculipennis

Anopheles
Le zanzare del genere Anopheles costituiscono elementi molto marginali nell’ambito delle popolazioni infestanti torinesi (0,15%) e ciò è principalmente dovuto alle caratteristiche ecologiche di queste specie ed alla relativa carenza, nel contesto urbano, di idonei siti proliferativi.
Anopheles maculipennis è una zanzara di grandi dimensioni; necessita per lo sviluppo larvale di acque piuttosto pulite, fresche e ricche di vegetazione acquatica (soprattutto di microalghe). Tali condizioni solitamente si trovano in ambienti acquatici stagnanti o a lento flusso (stagni, paludi, zone litoranee lacustri), molto rari nel contesto urbano. Non richiede interventi di disinfestazione zanzare specifici.
Anopheles plumbeus è una zanzara di piccole dimensioni e colore uniformemente scuro. Le femmine, attive solitamente nelle ore crepuscolari, frequentano pressoché esclusivamente ambienti boschivi e freschi (grandi parchi o giardini con fitta copertura arborea) e depongono le proprie uova nelle cavità degli alberi ove si accumulano le acque piovane. La disinfestazioe zanzare non richiede specificità.

Culex hortensis e Culex territans
Sono specie di piccole dimensioni, scarsamente rappresentate nell’ambito delle popolazioni infestanti il territorio torinese e solitamente non moleste per l’uomo in quanto si nutrono di sangue di animali selvatici. Disinfestazione zanzare occasionale.

Culiseta annulata
Zanzara di grande dimensioni, che punge anche l’uomo ma la sua molestia in città non è percepibile in quanto poco presente sul territorio urbano. Disinfestazione zanzare non necessaria.

Aedes albopictus
La “zanzara tigre” è una specie relativamente nuova sul nostro territorio. L’infestazione da zanzara tigre, che inizialmente interessava solo la periferia nord di Torino, negli ultimi anni si è diffusa su buona parte della città. Essa si va diffondendo con progressione sorprendente spiegabile con la grande flssibilità adattiva di questo insetto. Richiede azioni di disinfestazione zanzare anche per li suo potenziale trasmissivo di malattie anche gravi. Disinfestazione zanzare sia con inrteventi antilarvali che sugli adulti.