News zanzare

Quando Fare la Disinfestazione delle Zanzare?

Eliminare le zanzare per poter vivere al meglio la vita all’aria aperta è l’obiettivo di molti, ed è anche necessario “centrare” quello che è il periodo di disinfestazione zanzare per poter applicare dei metodi che siano efficaci al massimo.
Non tutti i mesi, infatti, vedono le medesime necessità, e spesso è fondamentale agire con metodicità allo scopo di ridurre al minimo la presenza di questi sgraditi ospiti.
Vediamo, quindi, le regole che si dovrebbero seguire nella disinfestazione delle zanzare.


Continue Reading

In arrivo in Europa la zanzara che porta zika e febbre gialla

Si chiama Aedes Aegipti e non vuol dire “tempio egizio” come un qualunque latinista andrebbe a tradurre, bensì è una specie di zanzara che si sta accingendo prepotentemente ad invadere il vecchio continente, portando con sé le sue punture fastidiose ma sopratutto rischi di epidemia. Tale particolare zanzara è uno dei principali vettori del virus Zika e della febbre gialla, ed è stato il motivo della proliferazione di tale male nelle coste caraibiche sin dagli anni del colonialismo (intorno al diciassettesimo secolo).


Continue Reading

Le zanzare pungono a caso o scelgono?

La zanzara è l’unico insetto, insieme ai tafani, a nutrirsi di sangue, sia di quello umano sia di quello dei mammiferi, ed è considerata inoltre una delle creature più letali al mondo, poiché spesso portatrice di malattie. In Italia se ne contano circa sessanta specie di zanzare ed hanno bisogno dell’acqua per vivere e riprodursi, sono capaci inoltre, di riuscire ad abitare persino quelle acque più povere di ossigeno; sono insetti difficili da sconfiggere ma fortunatamente esistono anche soluzioni e servizi che ci permettono di salvaguardarci da loro come ad esempio il sistema di disinfestazione offerto dall’azienda Izanz.


Continue Reading

La zanzara anofele, rara da noi ma pericolosa e persistente. Cosa c’è da sapere.

La zanzara anofele è più comunemente conosciuta come la zanzara della malaria, in quanto rappresenta il principale vettore di trasmissione della malattia.

La malaria è una parassitosi che colpisce particolarmente i paesi dell’Africa settentrionale e le isole dell’Oceano Indiano e Pacifico. Nel mondo Occidentale, la malaria è stata debellata e l’Italia, a causa del suo clima mite, non sembra generalmente ospitare zanzare anofele. Non è da escludere però che questa particolare specie di zanzara possa arrivare nelle nostre case e nei nostri giardini: basta pensare che oggi giorno, con l’abbattimento delle barriere mondiali, viaggiare anche al di fuori del continente europeo e dirigersi in posti esotici non è impossibile.


Continue Reading

Zanzare: i rimedi naturali funzionano davvero?

Chiunque voglia cercare di debellare o di allontanare le zanzare, si è sicuramente chiesto se i rimedi naturali funzionano davvero.


Continue Reading

Le 5 migliori piante per tenere lontane le zanzare

Se volete vivervi serenamente i vostri spazi outdoor, come giardini, terrazzi e balconi e senza il fastidio delle zanzare ecco le 5 piante sgradite alle le zanzare. Proprio così, alcuni vegetali facili da reperire e che magari avete già in casa, possono aiutare a  godere l’estate evitando o almeno riducendo le punture e l’assillo del ronzio delle zanzare, anche della zanzara  Tigre, la Aedes albopictus.
I metodi naturali antizanzare sono infatti utili, ma se gli insetti sono aggressivi e numerosi, la risorsa per difendervi la trovate nei sistemi automatizzati che creano una sorta di barriera contro le zanzare. Un particolarmente innovativo sistema, ecologico e pratico, è proposto da iZanz, sicuro e non dannoso per l’uomo, per le colture e per gli animali.


Continue Reading

Difendersi dalle zanzare: cosa mangiare per non attirarle

E’ vero che per difendersi dalle zanzare è utile scegliere cosa mangiare per non attirarle?.

Secondo numerose ricerche questi insetti fastidiosi sono attratti dalle persone che assumono determinati cibi e nel contempo esistono alimenti che aiutano ad allontanarli evitando punture e ronzii. E’ certo che si tratta di una difesa passiva non del tutto efficace. Ma vale la pena di sperimentarla. Anche se per liberarsi dal tormento delle zanzare o dei pappataci è bene utilizzare sistemi mirati,  come i sistemi  antizanzare brevettati da iZanz.

Se siete curiosi e se state per fare una gita all’aria aperta, o avete in programma una cena con gli amici nel vostro giardino, prestate attenzione al menù: ecco quali cibi scegliere e quali evitare per limitare le zanzare.


Continue Reading

Tutto sulla zanzara tigre: da dove viene a come proteggersi –

La zanzara tigre è arrivata in Italia negli anni ’90, a Genova, su navi che trasportavano pneumatici usati. Per quanto il suo habitat originario siano le foreste pluviali dell’Asia orientale ha trovato un insospettabile ambiente favorevole nel nostro paese, invadendone aree sempre maggiori in competizione vincente con le zanzare stanziali. Il suo nome scientifico è Aedes albopictus, quello comune, Tigre, è meritato non solo per le striature nere e bianche del corpo e delle zampe, ma anche per la aggressività che la distingue. La sua adattabilità ad ambienti diversi e la resistenza delle uova e delle larve in condizioni avverse è superiore a quella delle altre zanzare. Una spiegazione di ciò è data dalla maggiore complessità del DNA di questa specie che le consente di sviluppare adattamenti impossibili ad altre.


Continue Reading

Zanzare e ambiente

Zanzare e ambiente.

Cosa attrae le zanzare verso una parsona o un’altra? Molti elementi. La temperatura corporea, ed è probabile che la asserita attraibilità delle persone sbronze abbia a che vedere con la temperatura più calda di coloro che hanno bevuto alcol. Poi l’anidrife carbobica emessa dalla pelle e dal respiro, poi la presenza di acido lattico nei muscoli dovuta ad esercizio fisico. Si sostiene anche il gruppo sanguigno, probabilmente il più attraente è il gruppo O.

La questione zanzare e ambiente deve quindi tenere con di tutto questo. Una curiosità: le zanzare che si riempiono di sangue umano anche se si tratta di un umano con un elevato tasso alcolico nel sangue non diverranno mai ubriache perché in una sacca che trattiene i fluidi le zanzare hanno degli enzimi che rompono le molecole dell’alcol. Chi avesse in mente di risolvere il problema zanzare e ambiente intossicandole con l’alcol non avrebbe successo. Anche se sembra che il sangue dei bevitori di alcolici piaccia alle zanzare. Ma vi è un modo efficace per scacciarle? C’è chi sostiene che cospargersi di succo di aglio sia una efficacissima disinfestazione zanzare. Non è provato, ma non è impossibile che le zanzare vengano disorientate dall’odore dell’aglio che copre gli odori-segnale. Quello che è sicuro è che un forte odore d’aglio sarebbe un repellente anche per le persone vicine.

Sembra che veramente sia difficile risolvere il problema zanzare e ambiente. Siamo dunque condannati a una battaglia senza fine? 100 milioni di anni fa le zanzare erano come sono ad esso: evolutivamente già perfette, dal loro punto di vista. Si sono estinti i dinosauri ma le zanzare ancora imperversano. Ma perchè è così difficile liberarsi dalla presenza di insetti che volano a 1,5/2 km all’ora, pesano si e no 2 milligrammi, vivono 2/3 settimane (ma anche 6 mesi se trovano un ambiente favorevole), non volano più alto di una dozzina di metri (ma non è sempre così: possono volare a svariate decine di metri come le zanzare migratrici e con metodo possono scalare decine di piani di un grattacielo), hanno fantastici predatori, uccelli, volitanti, rettili, anfibi, altre specie di larve, straordinariamente capaci di disinfestazione zanzare. Perchè? Si riproducono in modo mostruoso, questo è il loro segreto, in quasi qualsiasi ambiente. A 2500 metri sull’Imalaia, in miniere a 600 metri sottoterra. Questo è il segreto delle zanzare: zanzare e ambiente costituiscono una integrazione perfetta.


Continue Reading

Troppe zanzare a Varese

Troppe zanzare a Varese. La denuncia dell’invasione di zanzare nella città di Varese, soprattutto al crepuscolo, fa il giro dei social network. Il problema non riguarda soltanto la nostra città. Coinvolge tutto il Nord. Cos’è successo quest’anno?

«L’estate è iniziata in ritardo – spiega Massimo Soldarini, responsabile della Lipu – Abbiamo avuto due mesi, maggio e giugno, abbastanza freschi. Poi sono arrivate le piogge che hanno aumentato il tasso di umidità nell’aria. Quindi sul Settentrione è arrivata l’ondata di calore. Risultato: le larve si sono schiuse tutte insieme e sulle città è piombato un “esercito” di insetti».

Secondo Soldarini, la causa di questo fenomeno dipende, però, anche da altri fattori legati all’attività umana. «Primo fra tutti – spiega – il caldo torrido di questi ultimi giorni che spinge le persone a bagnare di più fiori e piante, spesso, creando un ristagno nei sottovasi. Inoltre, sono in aumento gli orti in città: molte persone tendono e tenere bidoni di acqua per annaffiare frutta e verdura. Questi sono gli ambienti perfetti per la deposizione delle uova: bastano sette giorni per passare dallo stadio larvale alla formazione della zanzara adulta».

Per evitare focolai, quindi, ricordarsi di svuotare i sottovasi e di porre una zanzariera sopra eventuali bidoni di raccolta dell’acqua per evitare che le zanzare possano entrare a deporre le uova.

Inoltre, l’ambiente cittadino è privo di predatori. «Il boom di zanzare si sta verificando in città e non nelle zone lacustri perchè lì prolifera di predatori: pesci, anfibi e altri insetti che si nutrono di zanzare.

A Varese inoltre stanno scomparendo anche i pipistrelli, che si cibano per lo più di zanzare. Questo perchè, con la costruzione delle case moderne, non trovano più delle zone di sosta, come le fessure nei sottotetti delle vecchie abitazioni. Proprio per questo – aggiunge – noi siamo favorevoli alla messa in posa, all’interno dei giardini, delle bat box».

Troppe zanzare a Varese.

Troppe zanzare a Varese


Continue Reading