Disinfestazione zanzare e il naso

Disinfestazione zanzare e il naso.  Delle zanzare naturalmente. Loro non hanno il naso come i mammiferi, una efficace disinfestazione zanzare deve tenere conto anche di questo. Il loro sistema olfattivo è situato nei ricettori delle loro antenne. Sentono pochi odori, quelli che loro bastano per riconoscere le vittime cui succhiare il […]

Disinfestazione zanzare e il naso. 

Delle zanzare naturalmente. Loro non hanno il naso come i mammiferi, una efficace disinfestazione zanzare deve tenere conto anche di questo. Il loro sistema olfattivo è situato nei ricettori delle loro antenne. Sentono pochi odori, quelli che loro bastano per riconoscere le vittime cui succhiare il sangue. Ma anche per riconoscere alcuni odori per loro repellenti. infatti i “reperllenti” usati per scacciare più che per disinfestazione zanzare sono basati su odori sgradevoli per questi insetti (e anche quasi sempre per gli umani). Uno dei più noti ed usati repellenti antizanzara è il DEET, acronimo di diethilmetatoluamide, sviluppato dall’esercito degli Stati Uniti per proteggere i soldati in zone tropicali dalle punture di zanzara. E’ stata notata però una diminuzione della efficacia del DEET. nella disinfestazione zanzare. Alla London School of Hygene and Tropical Medicine è stato fatto un esperimento per testare l’ipotesi di assuefazione delle zanzare al DEET. Alla prima esposzione al DEET spalmato su soggetti volontari disposti a farsi pungere dalle zanzare, in questo caso l’Aedes Aegyptii, le zanzare non si posavano sulla pelle dei soggetti per il pasto di sangue. Però dopo alcune ora, ripetendo l’esperimento nello stesso ambiente e con le stesse zanzare, il DEET è stato molto meno efficace. Esso infatti è un repellente, non è utile alla disinfestazione zanzare. L’esame delle risposte dei ricettori delle antenne, dove appunto ha la sede l’olfatto delle zanzare, ha mostrato che questi avevano modificato la propria sensibilità così da essere meno ricettivi alla sostanza chimica: il loro sistema olfdattivo era stato modificato dalla prima esposizione al DEET, in modo da percepirlo meno della prima volta e quindi successivamente sono state più attive nel pungere. Spostandosi dunque nell’ambiente e incontrando nuove zanzare il repellente funziona, Ma, non funzionando come agente di disinfestazione zanzare, dove le zanzare si spostano poco e quindi sono più o meno le stesse nel medesimo anmbiente, queste si adattano a non percepire l’odore del repellente che in questo modo diviene meno efficace.

Disinfestazione zanzare e il naso